Type to search

Italia

Visita alle Grotte di Frasassi, le grotte più belle d’Italia.

Share
Visitare le Grotte di Frasassi

C’è sempre un motivo che ci porta a fare un viaggio in un certo luogo. In questo caso, il mio breve viaggio on the Road nelle Marche è stato dettato principalmente dalla visita alle Grotte di Frasassi, grotte che da tempo le volevo vedere.

Devo ammettere che mi sono piaciute molto. Nonostante non siano poi così grandi, la bellezze che hanno al loro interno mi fanno propendere per il fatto che siano tra le grotte più belle d’Italia, se non le più belle.

Visitare le Grotte di Frasassi non è per niente complicato, e l’intera visita porta via una mattinata circa. Qui di seguito vi lascio tutte le informazioni necessarie per intraprendere questa “spedizione” sotto terra.

grotte di frasassi mappa

Visita alle Grotte di Frasassi: la scoperta e un po’ di storia.

La scoperta delle Grotte di Frasassi risale al 25 settembre 1971 ad opera di Rolando Silvestri. Fu informato da un amico di una possibile cavità rocciosa quando questi, passeggiando lungo il costone impervio della montagna, scoprì dei fori da cui usciva del vento. Recatosi sul posto con altri speleologi, stimarono la profondità della grotta lanciando un sasso. Questo arrivò al suolo dopo qualche secondo, permettendo di stimare la profondità a 120 metri circa.

Le grotte si stima abbiano 1.4 milioni di anni, mentre i giganti – formazioni rocciose che vi indicherò dopo – ne hanno “solamente”(!) trecentomila. Le grotte sono generate dal fiume Sentino, che le ha scavate e generate nel corso delle ere geologiche. Il colore delle concrezioni dipende dal minerale al loro interno: se sono bianche vuol dire che al loro interno si trova carbonato di calcio, se sono rosse al loro interno si trova ossido di ferro.

Visitare le Grotte di Frasassi

Una curiosità: durante la vostra visita, perderete il senso del tempo e delle dimensioni. La visita dura circa 75 minuti, ma non vi renderete conto di stare così tanto tempo sotto, anzi, la visita vi sembrerà anche piuttosto breve. Inoltre, per quel che riguarda le dimensioni, è facile credere che certe stalattiti o stalagmiti misurino qualche centimetro, quando invece si parla di qualche metro, o meglio, decina di metro.

Il percorso turistico e le zone più interessanti.

Lungo tutto il percorso sarete accompagnati da una guida esperta che vi spiegherà quanto sopra e anche molto di più. Si stima che la lunghezza complessiva delle grotte sia di 28 km ma il percorso turistico visitabile e percorribile è di 1.5 km.

Visitare le Grotte di Frasassi

Lungo il percorso che si snoda all’interno delle grotte, incontrerete nel seguente ordine:

  • La Sala Abisso Ancona: è quella con le concrezioni chiamate i Giganti.  E’ talmente grande che potrebbe ospitare al suo interno il Duomo di Milano. Andate a visitare le grotte di Frasassi, poi mi direte “non sembra che la Sala Ancona possa ospitare il Duomo”. Eppure è così.
  • La Sala 200:  una sala che misura circa 200 metri.
  • Il Grand Canyon: quando passerete lungo la camminata, provate a sbirciare giù lungo i Canyon, quei crepacci di cui non vedete la fine. Nel fondo le cavità sono allagate e arrivano allo stesso livello del Sentino, il fiume che ha generato le grotte e che ora corre appena fuori dall’ingresso principale.
  • La Sala dell’Orsa: è una sala in cui troverete una roccia che assomiglia all’Orsa Polare ad attendervi.
  • La Sala Infinito: qui gli speleologi persero l’orientamento e iniziarono a girovagare all’infinito.
Visitare le Grotte di Frasassi

Lungo tutto il percorso incontrerete delle stalattiti e delle stalagmiti che, con un po’ di fantasia, richiamano il nome che è stato loro assegnato e vi assomigliano. Tra le più famose e importanti:

  • i Giganti: un gruppo di concrezioni che per le loro dimensioni appunto sono i giganti della grotta alti 20 metri.
  • la Spada di Damocle: pende dal soffitto poco dopo la sala dei 200. Non sembra ma è lunga 7 metri.
  • la Cascata del Niagara: una sorta di cascata di un bianco vivo che spunta dalla parete. Sembra appunto una delle cascate più famose del Nord America
  • la Fetta di pancetta: un pezzo di roccia che assomiglia ad un grosso pezzo di pancetta.
  • l’Orsa: un blocco di pietra che ricorda un’orsa polare
  • l’ Obelisco: una stalagmite che somiglia alla famosa costruzione.
  • le Canne d’Organo: colonne che ricordano lo strumento musicale
Visitare le Grotte di Frasassi
l’Orsa

Ci sono animali che popolano le grotte di Frasassi? Si sono degli anfibi simili alle Salamandre.

Visitare le Grotte di Frasassi

Grotte di Frasassi: durante la visita è possibile fotografare?

La risposta è si. Ad una condizione: le guide chiedono di fare fotografie solo durante il tragitto all’andata. Questo per questioni di tempo. Siccome le tempistiche tra i tour sono strette e la via unica, per non intralciare e non dilungare troppo la visita, viene richiesto di fotografare solo all’andata, al ritorno si rientra molto velocemente e viene chiesto di non fermarsi a fare foto.

Visitare le Grotte di Frasassi

Tutte le informazioni utili sulle grotte di Frasassi.

In questa sezione troverete tutte le informazioni su come arrivare, l’acquisto dei biglietti e dove mangiare alle grotte.

Grotte di Frasassi: biglietti, come acquistarli e quanto costano.

Al momento la gestione online dei biglietti è affidata esclusivamente al circuito Ticket One. Qui potete acquistare i biglietti per le Grotte di Frasassi. E’ abbastanza semplice acquistarli, ma la cosa importante da sapere è che ci sono i turni di ingresso: si entra con la guida ad orari prestabiliti. Alle 10.30, 11.00, 12.00, 12.30, 14.30, 15.00, 16.00 e 16.30.

Visitare le Grotte di Frasassi

I prezzi per le grotte di Frasassi sono:18€ per gli adulti, 12€ per i ragazzi tra i 14 e i 6 anni, dai 0 ai 5 anni gratuito.

Per quel che riguarda invece l’acquisto dei biglietti in loco, lo potete fare, ma io lo sconsiglio perchè rischiate di trovare una coda interminabile, specie durante l’alta stagione.

La biglietteria si trova a 600 metri dall’ingresso alle grotte, dove ci sono le bancarelle per mangiare e per l’acquisto dei souvenir.

Visitare le Grotte di Frasassi

Dove si trovano e come arrivare alle grotte di Frasassi.

Se vi state chiedendo dove si trovano le grotte di Frasassi, vi dico che si trovano nel comune di Genga, il quale è raggiungibile in due modi:

  • In auto: dall’Autostrada A14, uscite ad Ancona Nord e prendete la strada statale SS76 Ancona – Roma. Percorretela per circa 25 minuti, uscite a Genga e seguite le indicazioni per Grotte di Frasassi.
  • In treno: la linea Ancona – Roma ferma nella stazione di Genga Stazione. Da qui a piedi potete raggiungere le grotte.

Tenete a mente una cosa: quando sarete in prossimità delle grotte, vedrete un cartello che appena inizierete a salire la collina vi dirà “Grotte di Frasassi” indicandovi di entrare in una strada a sinistra. Questa è una discesa che vi porterà al parcheggio delle bancarelle e della biglietteria. NON ALL’INGRESSO! L’ingresso è più su. Potete lasciare qui l’auto nel parcheggio, poi c’è la navetta che vi porterà all’ingresso vero e proprio, 600 metri più in là.

Visitare le Grotte di Frasassi
I giganti

Se volete proseguire con l’auto, potete farlo, ma ricordatevi che i parcheggi nei pressi dell’ingresso si contano nelle dita di una mano. Ascoltate il mio consiglio: lasciate l’auto nel parcheggio – grande e gratuito – e andate su o a piedi o in navetta.

Dove mangiare alle Grotte di Frasassi.

La zona delle grotte è piena di ristoranti che fanno cucina tipica. La nostra idea era di andare in uno di questi, poi abbiamo visto che nella zona della biglietteria c’erano delle bancarelle che cucinavano il cibo tipico delle marche: la crescia. Abbiamo optato per questa soluzione.

La crescia è una specie di piadina sfogliata ripiena. La farcitura è a piacere, ma noi l’abbiamo mangiata con verdure grigliate, ma anche con salame e pecorino. Davvero eccezionale.

Visitare le Grotte di Frasassi

Questione abbigliamento: come vestirsi per visitare le Grotte di Frasassi.

La temperatura all’interno delle grotte è costante, sui 14 gradi e l’ambiente è costantemente umido. Che sia estate o inverno non cambia mai. Quindi vi consiglio di utilizzare dei pantaloni lunghi, giubottino o maglioncino a manica lunga e scarpe comode. Occhio all’acqua che cade costantemente dall’alto.

Vedere le Grotte di Frasassi coi bambini.

Particolarmente consigliata è la visita coi bambini – ovviamente i nostri erano al seguito. Il percorso non è per nulla difficile, anzi. Le spiegazioni sono molto interessanti e i colori bianchi di stalattiti e stalagmiti sono qualcosa che incuriosiscono i bambini. Portarli a scoprire questo mondo sotterraneo può essere davvero stimolante per loro.

Cosa visitare nei dintorni delle grotte di Frasassi.

Terminata la visita alle Grotte di Frasassi, se volete nei dintorni è possibile visitare ulteriori attrazioni o punti di interesse:

  • Museo speleo paleontologico e archeologico di Genga, all’interno dell’Abbazia di San Vittore. Al suo interno si trova il famoso Ittiosauro di Genga. E’ un reperto fossile ritrovato nel 1976. Vi potete accedere con un piccolo supplemento al biglietto d’ingresso.
  • il Parco Avventura Frasassi  sul fiume Sentino. Un parco con 5 percorsi avventura dedicati ai grandi ma anche ai più piccoli
  • Greenway di San Vittore: un sentiero ad anello di circa un chilometro e mezzo, vicino al Sentino.
  • Il tempio del Valadier. Il tempio famoso tempio costruito nella roccia per volere di Leone XII.

Se siete nelle Marche, vi consiglio anche di visitare Gradara in un giorno oppure di fare trekking al passo del lupo nel Conero.

Se invece avete qualche giorno in più da passare non solo nelle Marche, vi lascio alcuni suggerimenti su quali città visitare nel Nord Italia e quali città vedere nel centro Sud Italia.

Spero che questo post sia utile per la vostra visita alle Grotte di Frasassi e se lo è, vi chiedo di condividerlo con gli amici che vorranno venire a visitare le Marche. A presto!

Tags:

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: