Type to search

Italia

Visita a Montemerano: cosa vedere nel piccolo borgo della Maremma

Share
Montemerano cosa vedere

Cosa vedere a Montemerano, un borgo talmente piccolo e forse sconosciuto che si fa perfino fatica a conoscere? Una visita a Montemerano non mi passava manco per la testa. Eppure ci sono andato, mi è piaciuto e ho deciso di scriverci su.

Montemerano è un piccolo borgo della Maremma grossetana ed è popolato da 500 anime circa. Non è nemmeno comune a sé stante, ma è una frazione di Manciano. Si trova proprio sopra ad un colle e fa parte dei borghi più belli d’Italia. La sua posizione rialzata lo fa sembrare quasi dominante rispetto ai vicini borghi di Pitigliano, Sorano, Sovana, Manciano, Saturnia, Scansano.

Montemerano si visita in un’ora e sembra un borgo di un’altra epoca, dove tutto si muove a ritmo più lento e quasi disinteressato, tra i punti di interesse sparsi tra le sue poche vie. Noi però ci siamo fermati anche a cena qui, con un panorama bellissimo sui colli Maremmani: per questo ti consiglio anche cosa mangiare e quali piatti tipici assaggiare.

Andiamo ora a scoprire questo bellissimo e piccolissimo borgo.

Montemerano cosa vedere
Piazza del Castello, la piazza principale di Montemerano

Cosa vedere a Montemerano: storia e origine del nome

I primi insediamenti a Montemerano risalgono al neolitico e all’età del bronzo, mentre la nascita del primo villaggio risale al periodo romanico. Collegato a questo ultimo periodo è il nome del borgo: Montemerano deve il suo nome a Mons Marianus, il console sconfitto da Silla nell’88 a.C. . Il borgo riappare poi nei primi documenti a partire dall’896 d.C quando viene ceduto in dono dall’Imperatore Arnolfo all’Abbazia di San Salvatore

Anche questo borgo fu parte dei possedimenti degli Aldobrandeschi, e nel corso dell’anno 1000 viene dotato di 3 cinte murarie. Rimase sotto la loro influenza fino al 1220, quando poi la potente famiglia locale decadde. Il matrimonio dell’ultimo degli Aldobrandeschi con la famiglia Umbra dei Baschi sposta Montemerano sotto la loro influenza, riuscendo a conquistare anche Manciano, Montauto e Saturnia. In seguito i Baschi si alleano prima con gli Orsini e poi coi Senesi, i quali ricevettero in dono il Borgo.

1. Visitare le vie di Montemerano

Opinione personale: le vie del borgo sono l’attrazione migliore e la cosa più bella da ammirare. Angoli colorati di case in pietra lasciano il visitatore quasi bocca aperta. Per accedere alle vie cittadine si accede tramite la porta Grossetana a nord o la porta del Ponte a sud. Se accedi dalla porta Grossetana, dove vicino si trova un parcheggio, noterai anche la chiesa di San Giorgio.

Lungo le vie più strette è persino difficile trovare anima viva, mentre in Via Italia si trovano per lo più alcuni bellissimi bar dove degustare un buon vino toscano oppure qualche ristorante.

Ad ogni modo, vai e perditi per le vie di questo piccolo borgo, non vale la pena sprecare troppe parole, la sua bellezza va ammirata e basta.

2. La chiesa di san Giorgio

La chiesa di San Giorgio è l’unica chiesa del borgo ed è un esempio di architettura tardo-medievale. E’ uno dei monumenti più importanti di arte romanica di tutta la Maremma: realizzata nel XV secolo, l’abside e il transetto risalgono a questo periodo

Al suo interno si trovano opere risalenti tra il ‘400 ed il ‘700 come la Madonna in Trono col Bambino e Santi, realizzato Sano di Pietro nel 1458, oppure alcuni affreschi raffiguranti San Giorgio o una statua di San Pietro. Di particolare interesse invece è il celebre dipinto della Madonna della Gattaiola: non è famoso per la tecnica o per l’artista, quanto per essere stato dipinto su di una porta e reca, in basso, un grande foro circolare. Si dice che la porta fosse la canonica e che il foro sia stato realizzato dal sacrestano o dal sacerdote per far passare il gatto.

3. La cinta Muraria

Montemerano ha 3 cinte di mura che potrai notare mentre passeggi tra le sue vie: la prima cinta proteggeva il castello, la seconda proteggeva la Rocca degli Aldobrandeschi, la terza incluse la chiesa di San Giorgio. Le mura sono di origine medievale e composte di blocchi di travertino e calcare.

Nel XV secolo venne aggiunta la struttura del Cassero Senese, un’imponente torre di forma quadrata. Fu necessario rinforzare le mura e restaurarle per poter garantire la difesa degli abitanti all’interno delle mura stesse.

Una curiosità: se si ammira dall’alto, la cinta muraria ha una forma di cuore.

Montemerano cosa vedere
Angoli di Montemerano

4. Il fascino di Piazza del Castello

Se entri da porta del Ponte, sulla destra troverai una salita che ti porta a Piazza del Castello. Sembra quasi che qui il tempo si sia fermato: pace e silenzio regnano sovrani nel cuore di questo borgo in stile medievale. Appena passerai sotto l’arco, sulla destra noterai il palazzo che fu degli Aldobrandeschi.

Piazza del Castello è la piazza più affascinante, ma a poca distanza si trovano anche piazza del Forno e piazza del Campanile. Quest’ultima piazza prende il nome antica pieve di San Lorenzo dove oggi però si trova un teatro. Anche qui, piccola curiosità: si chiama Piazza del Castello ma il castello non c’è. Il castello era considerato tutto l’insieme di edifici che si affacciava su quella che era la pizza d’armi di Montemerano.

In questa piazza il silenzio viene interrotto solo dalle manifestazioni che vi si tengono: Piazza del Castello è il cuore del paese, dove si svolgono festival, eventi e concerti.

5. Eventi a Montemerano

Visto che te li ho accennati, tanto vale approfondire gli eventi che si tengono a Montemerano. Innanzitutto la Festa di San Giorgio, patrono di Montemerano e che si svolge ogni anno nella settimana del 23 Aprile. Durante le celebrazioni si svolge la sfilata in abiti d’epoca ed il palio “La Giostra del Drago”, dove i tre rioni di Montemerano si sfidano secondo l’antica Leggenda di San Giorgio e il Drago.

L’altro evento è la La Festa delle Streghe, che si svolge la notte del 31 Ottobre, la notte di Halloween. Il borgo diventa nascondiglio di creature mostruose per due giorni.

6. Cosa mangiare a Montemerano: i piatti tipici

Abbiamo visitato Montemerano poco prima del tramonto e per cena ci siamo fermati a mangiare al ristorante Enoteca la Cascia, che ha un panorama super sulle colline toscane, se mangi in terrazza. Abbiamo quindi approfittato per mangiare alcuni piatti tipici della zona. Innanzitutto ti consiglio i tortelli ripieni al ragù oppure con burro e salvia. Il ripieno si compone spesso di ricotta ed erbette. C’è poi l’acqua cotta, una zuppa a base di verdure, con l’uovo cotto dentro e del pane – che in alcune versioni è sul fondo, in altre è tostato a parte -. I crostini con pomodorini o paté di olive accompagnati con l’olio prodotto dagli uliveti locali, un olio molto più denso e saporito. Ed infine la tagliata di carne: io l’ho mangiata con rucola e grana, al lardo o coi funghi. Davvero super.

Montemerano cosa vedere
Le mura di Montenerano

7. Montemerano: cosa vedere nei dintorni

Se alloggi a Manciano o Montemerano ti consiglio di visitare anche i borghi di Pitigliano, Sovana, Sorano, il giardino dei Tarocchi a Capalbio, le terme di Saturnia e le cascate del Mulino. Se vuoi andare al mare, ti consiglio di fare un’escursione all’Argentario in una delle sue spiagge, alla Feniglia ma meglio ancora a Cala gesso o ai bagni di Domiziano.

Montemerano cosa vedere
Montemerano

8. Come arrivare a Montemerano

Per arrivare al borgo prendi la SR74 in direzione Manciano e poi da qui segui le indicazioni Montemerano lungo la SP159.

Il post su cosa vedere a Montemerano finisce qui. Spero anche per te sia una tappa se vai in Maremma. A noi è piaciuto molto. Detto questo ti do appunto al prossimo post. A presto.

Montemerano cosa vedere
Colli Maremmani
Tags:
error: Contenuto protetto! Il lavoro non si copia ma se lo vuoi stampare contattami pure.