Type to search

Italia

Ville del Brenta: crociera in Burchiello lungo la Riviera da Padova a Venezia

Share
Ville del Brenta

Oggi ti parlo di una esperienza davvero unica nel suo genere: hai mai sentito parlare del Burchiello, delle Ville del Brenta e della minicrociera in per visitare le ville Venete? Oggi ti parlerò proprio di questo.

Qualche tempo fa, grazie a Non Solo Turisti ho avuto modo di partire in Burchiello da Padova, visitare alcune di queste ville maestose lungo la riviera del Brenta e fare una giornata di navigazione in una delle zone del Veneto più caratteristiche. L’esperienza è stata molto positiva perchè mi ha dato l’opportunità di vedere una zona del Veneto a me sconosciuta ma in cui volevo andare da tempo.

Oggi ti racconterò della mia esperienza di navigazione e ti lascerò tutte le informazioni necessarie per prenotare la tua crociere in Burchiello. Ti ricordo anche che se vuoi, nel mio blog trovi cosa vedere a Padova e visitare Padova in un giorno.

Burchiello in navigazione

Itinerario della Crociera in Burchiello: tappe nelle ville della Riviera del Brenta

La crociera in Burchiello è un viaggio che parte da Padova e termina a Venezia, ma può essere fatto anche in senso inverso. L’itinerario in Burchiello parte dal Portello di Padova, quello che una volta era il porto cittadino e dove si trova la scalinata dipinta dal Tintoretto. Da qui si percorre il canale Piovego e ci si immette poi nel vecchio alveo del fiume Brenta all’altezza di Noventa Padovana.

Si iniziano a vedere le prime ville del Brenta, una serie di ville storiche patrizie costruite dalla nobiltà Veneziana tra il 1500 e il 1800. Le ville in tutto sono 4000, sparse tra Friuli, Veneto e una parte di Lombardia, ma solo un centinaio sono visitabili. Molte sono chiuse, altre sono adibite a uffici pubblici, altre sono ad uso privato. Solo alcune sono aperte al pubblico. Le ville del Brenta visitabili lungo la minicrociera saranno tre tappe che farai lungo l’itinerario in Burchiello: sono Villa Pisani, Villa Widmann e Villa Foscari.

La maggior concentrazione di Ville Venete si trova tra Mira, Oriago e Stra. Le potrai vedere lungo la navigazione e le riconoscerai subito per il loro stile regale ed elegante. Il viaggio si svolge lungo il vecchio alveo del Brenta, non lungo il fiume Brenta, che sfocia all’altezza di Chioggia e Sottomarina. Lungo il vecchio letto del fiume si raggiunge invece Venezia.

E’ lungo questo tratto di fiume che si trova anche un sistema di chiuse: il Burchiello entra, le porte si chiudono, l’acqua scende – o sale a seconda della direzione di percorrenza – poi le porte si riaprono ed il Burchiello prosegue la navigazione. Durante la crociera una guida ti darà tutte le informazioni su ville, Burchiello e tutta la zona. La crociera, con tappe e pranzo, dura una giornata intera.

Ora che ti ho raccontato di come si svolge la crociera in Burchiello, ti parlerò delle singole ville che visiterai. Ma prima mi preme raccontarti un attimo del Burchiello, di come sia nata questa imbarcazione caratteristica e come siano nate le ville venete.

Ville del Brenta
Statue a Villa Pisani

Storia del Burchiello: come nasce e le sue caratteristiche

Il Burchiello attuale usato per la navigazione si rifà liberamente ad un’imbarcazione tipica Veneziana: il Burchio o Burcio. In passato il Burcio era utilizzato per trasportare sia materiali che persone lungo i canali interni della laguna veneta ma anche lungo la laguna stessa. Caratteristica importante era quella di essere un’imbarcazione dal fondo piatto: i fondali bassi della lagune e dei canali interni non permettevano di costruire navi con molto pescaggio. Era quindi necessario appiattire il fondo e questo permetteva di allargare anche la base della barca.

Il Burcio pertanto era usato per trasportare dalla laguna alle città interne e viceversa. Il Burchiello di oggi, usato per la navigazione in riviera, utilizza un fondo piatto, misura 25 metri di lunghezza e può trasportare fino a 100 persone.

Ville del Brenta
Villa Pisani, faccia frontale

La nascita delle Ville Venete

Merita anche qualche riga la spiegazione sulla nascita delle ville Venete: ti chiederai come mai ci siano così tante ville, sul Brenta in particolare, ma anche tra Veneto, Friuli e Lombardia. La risposta è molto semplice: durante il periodo della Serenissima, ma anche dopo la sua caduta, molti commercianti veneti decisero di rivolgere i propri interessi economici verso la terraferma e non più verso il mare. Gli investimenti marini erano considerati troppo rischiosi, a parità di guadagno, rispetto ad un investimento terriero. Il mare era pieno di insidie e la possibilità di perdere capitali era alta. Con l’investimento in terreni e campi, le famiglie patrizie potevano controllare più facilmente gli investimenti e questi risultavano meno rischiosi.

Per poter controllare i terreni e i propri introiti, molti Veneziani si trasferirono in Riviera e costruirono ville più o meno sfarzose, a seconda della loro ricchezza. Le ville diventarono residenze fisse della nobiltà veneziana per periodi più o meno lunghi durante l’anno.

Villa Pisani a Stra

La prima delle tre Ville del Brenta che incontrerai lungo la navigazione in Burchiello sarà Villa Pisani a Stra. E’ considerata la Regina delle Ville Venete ed è anche Museo Nazionale e secondo me una tra la più belle di tutte.

Ville del Brenta
Villa Pisani

Costruita dalla famiglia Pisani, una famiglia di mercanti trasferitisi in Veneto nel 1300 e stabilitisi in Riviera del Brenta, Villa Pisani si compone di 114 stanze e al suo interno vi si trovano ancora gli arredi originali del 1700 e del 1800. Al suo interno si trova anche il famoso affresco dipinto dal Tiepolo Gloria della famiglia Pisani“. Oltre alla Villa stessa, al suo esterno si trova il parco: dichiarato parco più bello d’Italia nel 2008, ha un’estensione di 11 ettari.

Nel parco si trova un labirinto con una torre centrale, che al momento rimane chiuso fino a data da destinarsi, le scuderie sullo sfondo e alla fine della lunghissima piscina, l’orangerie, dove si coltivavano limoni ed arance, e la Coffee House settecentesca, dove si possono gustare caffè e aperitivi circondati dal verde del parco. La piscina non è originale al progetto ma è stata costruita dall’Università di Padova nel 1911 per studi collegati all’idraulica.

Villa Pisani ha ospitato personalità importanti e anche controverse del passato come il re di Napoli Ferdinando II, d’Annunzio, Mussolini e Hitler. Se si guarda Villa Pisani tenendosi le scuderie alle spalle e la piscina di fronte, sembrerà di vedere la Reggia di Versailles o la Reggia di Caserta.

Villa Pisani è visitabile al suo interno: al momento in cui sono andato io non ho potuto visitare né il labirinto né le sue stanze – se ne visitano solo una parte. Ho potuto però visitare il parco. Il mio consiglio è, se decidi di visitarla in autonomia, di visitare il sito ufficiale di Villa Pisani per qualsiasi informazione tu necessiti.

Ville del Brenta
Scuderie di Villa Pisani

Per quel che riguarda gli orari di apertura : Lunedì Chiuso. Martedì e Giovedì aperto al pomeriggio dalle 14.00 alle 18.00, Mercoledì e Venerdì al mattino dalle 9.00 alle 13.00 mentre Sabato e Domenica al mattino dalle 9.00 alle 18.00. Costo del Biglietto: Villa + Parco: 7.50€.
Solo Parco: 4,50€. Ridotto: 18-25 anni: 2.00€. Sotto i 18 anni gratuito. Visita guidata gratuita: ogni domenica alle ore 11.00 e alle ore 14.30.

Necessario Green Pass rafforzato e mascherina negli spazi chiusi.

Villa Widmann a Mira

La seconda tappa della crociera in Burchiello lungo la Riviera del Brenta è Villa Widmann a Mira.

Villa Widmann Rezzonico Foscari, questo il nome completo, è conosciuta anche come Villa Seriman o Sheriman. E’ piuttosto piccola rispetto a Villa Pisani, ma si sviluppo comunque su tre piani: rialzato, primo e secondo ed è arredata ancora con i mobili dell’epoca. Non si visita solo il secondo piano.

Originariamente, come ti ho già detto, si chiamava Villa Seriman e apparteneva a dei mercanti di origine Persiana. Fu poi acquistata dai Widmann che la modificarono secondo lo stile Rococò dell’epoca e la resero disponibile per feste e balli. Per far ciò, gli architetti abbatterono il pavimento del primo piano per crearne un ballatoio, in modo che dal primo piano si potesse vedere il piano rialzato durante balli ed eventi.

Ville del Brenta
Villa Widmann

La villa fu impreziosita poi da due affreschi, che si trovano sulle pareti del piano rialzato: “Il ratto di Elena” e “il Sacrificio di Iphigenia” di Giuseppe Angeli. Come molte ville venete anche questa dispone di una barchessa: di solito sono due ma qui è solo uno ed è un edificio posto ai lati della villa dove venivano poste le barche durante l’invernata.

Da vedere poi il parco che si estende dietro la villa.

Giorni di apertura ed orari di Villa Widmann: dal martedì alla domenica e nei lunedì festivi: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 13.30 alle 16.30. Per i gruppi oltre le 20 persone è consigliata la prenotazione, anche telefonica, con almeno 24 ore di anticipo. Costo del biglietto: 6.00€ intero, 5,00€ ridotto per ragazzi dai 7 ai 12 anni compiuti e over 65.

Dato che c’è anche la possibilità di combinare il biglietto con Villa Valmaran o di acquistare i biglietti famiglia, nella sezione dedicata del sito di Villa Widmann trovi queste info.

Villa Foscari la Malcontenta

L’ultima tappa tra le ville del Brenta visitabili è Villa Foscari la Malcontenta e si trova proprio nella frazione di Malcontenta, sotto il comune di Mira. E’ una residenza privata ed una delle poche ville private aperte al pubblico. Andrea Palladio progettò la villa nel 1559 su commissione di Nicolò Foscari e continuati poi da Alvise Foscari, il fratello. Purtroppo è possibile visitare solo il piano rialzato della villa, che è diventata Patrimonio UNESCO nel 1996.

La villa ha assunto anche il nome di La Malcontenta. Non si sa l’origine di questo nome ma ci sono tre versioni di questo nome: si dice che mal contenta sia l’abbreviazione di mal contenuta, ossia l’incapacità degli argini di contenere il Brenta. La seconda versione dice che malcontenta era proprio il malcontento della gente di per la costruzione del naviglio. La terza versione racconta di una dama visse all’interno della casa per trent’anni, in punizione, e non si affacciò mai alla finestra per manifestare il proprio malcontento.

Ville del Brenta
Villa Foscari la Malcontenta

Costo dei biglietti: 10€ interi, 8€ studenti fino a 20 anni o gruppi superiori alle 20 persone con prenotazione, 6€ ragazzi dagli 11 ai 15 anni, accompagnati da genitori e scolaresche con più di 20 alunni. Bambini sotto i 10 anni gratis se accompagnati dai genitori.

Orari di apertura: Essendo la villa privata, gli orari sono soggetti a grosse variazioni e possono essere cambiati fino a 48h prima. Ti lascio il link alla pagina facebook di Villa Foscari Malcontenta dove potrai trovare tutti gli orari e le eventuali variazioni. Apertura straordinaria: 31 marzo 2022.

Ristorante al Burchiello

Puoi decidere di mangiare a bordo acquistando il pranzo. Ma io ti consiglio mangiare al ristorante al Burchiello. E’ un ottimo ristorante dove fanno cucina locale a base di pesce fresco dell’Adriatico, con antipasti freddi e piatti marinari sia come primi che come secondi.

Si trova a Mira e dispone di un pontile per l’attracco del Burchiello. Dai un occhio al loro sito.

Crociera in Burchiello: informazioni utili

Eccoci giunti alla parte relativa a come prenotare la tua crociera in Burchiello e visitare le Ville del Brenta.

Innanzitutto, il Burchiello è operativo tra Marzo e Novembre e precisamente tra il 12/03/22 e il 06/11/22. E’ possibile effettuare la crociera anche della durata di mezza giornata, ma è consigliabile fare la giornata intera. C’è anche la possibilità di partecipare ad eventi reali sui navigli di Padova.

Ville del Brenta
Il Burchiello

Ecco gli orari di partenza:

  • Partenza da Venezia alle 8.50, arrivo a Padova alle 18.45.
  • Partenza da Padova alle 7.50, arrivo a Venezia alle 17.30.

Se invece vuoi fare la mezza giornata il punto in cui la crociera finisce – o parte – è Oriago:

  • Partenza da Venezia, ore 8.50 arrivo a Oriago alle 12.15. Ripartenza per Padova da Oriago alle 13.15, arrivo alle 18.45
  • Partenza da Padova ore 07.50 arrivo a Oriago alle 13.15. Ripartenza per Venezia da Oriago alle 14.15, arrivo alle 17.30.

Il costo delle minicrociere è il seguente:

Adulti: Giornata intera 99€ a persona. Mezza giornata, da Padova a Oriago oppure da Oriago a Padova 70€ a persona. Da Venezia a Oriago oppure da Oriago a Venezia 60€ a persona. Ragazzi dai 6 ai 17 anni 55€ per la giornata intera oppure per la mezza giornata su Padova. 45€ per la mezza giornata su Venezia.

Costo menù: pranzo a base di pesce 23€, a base di carne o vegetariano 30€.

Se vuoi prenotare ti lascio il link al sito del Burchiello: https://www.ilburchiello.it/.

Ville del Brenta
Burchiello in navigazione

Cosa vedere nei dintorni della Riviera del Brenta

Se hai qualche giorno da passare in Veneto, nei dintorni della Riviera del Brenta è possibile visitare anche alcuni luoghi interessanti: dalla parte di Venezia, Noale, Mirano, le isole della laguna Veneta – Murano, Burano e Torcello – mentre dalla parte di Padova, Cittadella, Montagnana e Arquà Petrarca.


L’esperienza in Burchiello lungo la Riviera del Brenta per visitare le ville Venete è un’ottima idea per una giornata nella mia terra. Devo dire che non me la aspettavo così e ne è valsa la pena. Il mio consiglio è di provarla perchè non è solo un’esperienza di navigazione, ma è anche un viaggio nella storia Veneta e delle Ville sul Brenta. Alla prossima.

Tags:

2 Comments

  1. Bella esperienza, da fare una volta nella vita.

    Rispondi
  2. Un tour che voglio sempre fare. Ho già visitato Villa Pisani ma le altre mi mancano!

    Rispondi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Contenuto protetto! Il lavoro non si copia ma se lo vuoi stampare contattami pure.