Type to search

Disgressioni

Sunshine Blogger Awards 2020

Share
Sunshine-Blogger-Award 2020

E anche quest’anno ci sono finito dentro! No non è una rete o una trappola, ma non è nemmeno la notte degli Oscar o la finale del festival di San Remo. Anche quest’anno sono stato nominato, per ben due volte, ai Sunshine Blogger Awards 2020. Mi era già successo in passato coi Sunshine Blogger Awards 2018. Non si vince nulla, non c’è nessun premio, nemmeno virtuale, ma solo la soddisfazione che la gente considera il tuo lavoro. Il che non è poco di questi tempi.

Che cos’è il Sunshine Blogger Award 2020

Il Sunshine Blogger Award è un’iniziativa fatta per accrescere la propria community ed un modo per aumentare il passaparola, promuovere blogger creativipassionali e creare nuove amicizie, che da virtuali possono diventare – spesso – reali! Molto spesso chi partecipa con costanza ai social e ha un blog, voglia o no ci finisce dentro. Anche se molti ritengono l’iniziativa fine a se stessa, perchè detta papale papale, non porta traffico e funziona solo per un periodo. Io credo sia sempre un bene finirci in mezzo: permette di accrescere la community e mantenere viva l’interazione con gli amici. E poi dai, diciamo la verità, è motivo d’orgoglio.

Sunshine-Blogger-Award 2020

Come partecipare al Sunshine Blogger Awards 2020.

Per prendere parte al Sunshine Blogger Award 2020, basta seguire queste semplice regole:

  • Scarica il logo e inseriscilo nell’articolo.
  • Ringrazia la persona che ti ha nominato, citando il suo blog e linkandolo.
  • Rispondi alle domande inserite alla fine del suo articolo.
  • Nomina a tua volta altri blogger invitandoli a rispondere alle domande da te preparate per loro.
  • Scrivi le regole e inserisci l’immagine del logo del Sunshine Blogger Award 2020.

L’intervista di Five in Travel e di Ho Preso i biglietti.

Per la mia nomination ai Sunshine devo ringraziare Daniele e Marilena di Five in Travel e Greta di Ho Preso i biglietti. Essendo stato nominato da due persone, ho deciso di rispondere a 4 domande – le prime 4 – di Five in Travel (su 8) e a 5 domande – le ultime 5 – di Ho preso i Biglietti (su 10). Ecco le mie risposte alle loro domande:

Quale viaggio ti ha dato l’input per aprire il tuo blog?

Un mio viaggio in Grecia, a Kos per la precisione. Tornavo da un’esperienza di lavoro a Firenze di un anno. Lavoravo tantissime ore in Toscana e una volta cambiato posto di lavoro, ho ripreso con le classiche 8 ore. Ma volevo riempire il tempo che non lavoravo più con qualcos’altro. Quindi ho combinato la mia passione per i viaggi e la fotografia, trasformandoli in Capturing The World. Il mio viaggio in Grecia è stato quello che mi ha fatto dire: “perchè non parlarne con gli appassionati di viaggi?”. Da lì è partito tutto.

Hai già visitato il luogo dei tuoi sogni oppure questa destinazione è ancora lì che ti aspetta?

Il luogo dei miei sogni è l’Australia. Purtroppo non ci sono ancora stato e sarà IL viaggio. Personalmente non vedo l’ora di andarci.

Quale destinazione ti ha sorpreso in maniera positiva? Sei partito/a senza grosse aspettative e invece…

Assolutamente il Canada. Non era la mia prima scelta quando ci sono andato, perchè avevo in mente altri luoghi, ma devo dire che mai scelta fu più azzeccata. E’ un luogo dove tornerei ma per trasferirmici in pianta stabile. Anzi dovrò tornare, perchè voglio vedere l’ovest e i grandi parchi del Banff e del Jesper.

Sunshine blogger awards 2020

Quale destinazione, al contrario, ti ha deluso?

Vienna. Purtroppo è stata una concatenazione di fattori, prima su tutte le aspettative, che non mi hanno fatto apprezzare la città. Il tutto è descritto nel mio post sulla delusione di un viaggio. Vorrei dare una seconda chance a Vienna in modo da poter cambiare opinione.

Qual è stato il primo viaggio che hai fatto senza genitori? Quanti anni avevi e dove sei stato?

Avevo 18 anni e sono andato in Sardegna per 9 giorni con 3 amici. Siamo partiti con un peugeot 206 sovraccarico alla follia. Praticamente era quasi impennato. Non avevamo spazio per muoverci dentro, l’auto faticava a raggiungere i 120 all’ora…. sembrava più un viaggio della speranza. Nonostante la preoccupazione di mio padre, siamo andati, tornati, e ci siamo divertiti moltissimo

A proposito… Sei più un tipo da hotel o ostello?

Qualche anno fa avrei detto Hotel, ora dico appartamento. Per questioni legate a costi e ad esigenze personali, andare in appartamento ci permette di essere più autonomi e di gestire meglio il nostro tempo, risparmiando sui costi di viaggio. Una scelta che utilizziamo da qualche anno a questa parte 9 volte su 10, sia in Italia, che in Europa e anche nel mondo.

C’è una città che ti è rimasta nel cuore e in cui torneresti?

Sì, l’Avana e i suoi colori. A La Habana ci ho lasciato il cuore. Ci sono stato due volte, la prima volta non mi aveva impressionato, forse perchè l’ho vista da turista. La seconda ci sono stato come fotografo-viaggiatore. Ho camminato per le sue strade meno frequentate ammirandone i colori. E’ stata un’esperienza fantastica.

Quale sarà la tua prossima meta italiana quando potremo ritornare a viaggiare?

Rientro proprio in questi giorni da tre giorni nelle Marche. Ma voglio organizzarmi per fare un bel viaggio in Toscana ed in Val d’Orcia. Adoro la Toscana, ma la Val d’Orcia l’ho solo sfiorata qualche anno fa. Voglio tornarci per scoprire i borghi, fotografare le sue valli e mangiare secondo la tradizione del luogo.

Sunshine blogger awards

Quando sei in viaggio tendi a fare amicizia con altri viaggiatori o preferisci stare nei tuoi spazi?

Diciamo che tendo a conservare i miei spazi. Converso e parlo spesso con le persone del luogo, soprattutto per motivi fotografici o di viaggio. Ma non tendo a stringere amicizie con altri viaggiatori. Sono un viaggiatore indipendente e pur non stabilendo un itinerario ben preciso a priori, ho delle tappe che non voglio perdere. Mettermi a viaggiare con altre persone che non conosco potrebbe compromettere il mio viaggio e non sono disposto a scendere a compromessi. Il viaggio è il mio e non devo essere condizionato da altri.

Le mie nominations per il Sunshine Blogger Award 2020.

Ecco qui le mie nominations:

Francesco di Stray Idler

Rosalia e Michele di Città Meridiane

Simona di Viaggia come il vento.

Sunshine Blogger Award 2020: le mie domande per voi.

Ecco qui allora le mie 8 domande per voi.

  1. Quale forma di viaggio prediligi?
  2. A quanti anni il tuo primo viaggio senza genitori?
  3. Qual’è stato il luogo che più ti ha colpito in senso positivo?
  4. Un posto che invece ti ha deluso?
  5. Qual’è il piatto o il cibo che hai apprezzato di più in viaggio?
  6. Il viaggio della vita: dove, quando e con chi?
  7. Hanno appena sbloccato i confini regionali: quale regione vorresti visitare quanto prima?
  8. Come viaggeremo secondo te post COVID19?

Aspetto le vostre risposte. A presto.

2 Comments

  1. Simona 14/06/2020

    Grazie Luca per la nomination!! Partecipo volentieri

    Rispondi
    1. lucapery 15/06/2020

      Grande SImo! Grazie mille

      Rispondi

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: