Type to search

Italia

Pesariis, il paese degli orologi: visita tra i monti della Carnia

Share
Pesariis il paese degli orologi

Oggi ti porto a scoprire un piccolissimo paese situato in Val Pesarina, in Friuli Venezia Giulia, tra i monti della Carnia. E’ Pesariis, il paese degli orologi ed è conosciuto con questo appellativo perchè affonda la sua tradizione nella misurazione del tempo e nella costruzione degli orologi stessi. E’ un paese bellissimo che attira i visitatori fin qui grazie a questa tradizione: lungo le sue strade e tra le case tradizionali si trova un percorso di 15 orologi che prende il nome di Percorso dell’Orologeria Monumentale. In più, per gli amanti della storia, c’è anche un museo dedicato all’arte dell’orologeria Pesarina.

Si rimane incantati dalla precisione degli ingranaggi e da come molti degli orologi misurino il tempo ricollegandosi direttamente ai pianeti e alle costellazioni, indicandone sia l’ora, sia il segno zodiacale del momento ma anche indicando la costellazione in cui si trova la Terra.

Non è un paese molto conosciuto e la mia visita è stata dettata da pura curiosità: volevo scoprire questo borgo che affonda le sue radici e le sue tradizioni in due arti antiche. Una è la meccanica degli orologi, l’altra è l’astronomia. La visita a Pesariis ed ai suoi orologi dura un paio d’ore poco meno. Ma vi assicuro che sono spesi bene. Dai andiamo a scoprire questo meraviglioso borgo della Carnia.

Pesariis il paese degli orologi
Pesariis

Pesariis, il paese degli orologi: storia e tradizione per l’orologeria

La tradizione di Pesariis per gli orologi risale al XVIII secolo. Si documenta che già nel 1725 la produzione di orologi a Pesariis fosse fiorente. Si producevano orologi per torri civiche e torri campanarie, anche per i paesi limitrofi. Ma secondo la storia, a dare il via alla tradizione dell’orologeria ci sono due teorie:

  • la prima dice sia stato un pirata di origine genovese a dare origine alla produzione degli orologi. Scappato da Genova, trovò rifugio qui, tra i monti della Carnia, proprio a Pesariis, e diede il via alla costruzione di meccanismi e di orologi.
  • L’altra storia dice che siano stati i Cramars, dei commercianti della Carnia, che appresero l’arte nelle terre germaniche e la trasferirono tra i monti della Carnia, dove si radicò e si sviluppo fino ai giorni nostri.

Se la produzione è già prospera nel 1700 è lecito pensare che sia iniziata ben prima dello stesso anno. E infatti si dice che già nel 1600 Pesariis fosse nota per la costruzioni di misuratori del tempo, già all’avanguardia per l’epoca.

Pesariis il paese degli orologi
Memoria del Terremoto del 1976

Il Museo dell’Orologeria Pesarina

Una delle cose da non perdere durante la vostra visita a Pesariis è il Museo dell’Orologeria Pesarina. Purtroppo per noi, questo museo al nostro arrivo è chiuso. Ci rimango un po’ male, perchè volevo vedere coi miei occhi il suo interno. Peccato.

Cosa vedere a Pesariis
Museo dell’Orologeria Pesarina

Comunque sia vi segnalo che il Museo dell’Orologeria Pesarina fa parte di Carnia Musei. Al suo interno ci trovate una collezione di orologi dal ‘600 ad oggi. Viene praticamente ripercorsa la storia dell’arte orologiaia, dai primi orologi in ferro battuto e su commissione fino a quelli più moderni dei giorni nostri. Da 300 anni i costruttori più famosi sono la famiglia Solari.

Pesariis e gli orologi: il Percorso dell’Orologeria Monumentale

Conosciuto in friulano come Pesaria, il borgo si caratterizza per le sue case tradizionali fatte di sassi. Le case hanno tetti spioventi molto ripidi e coperti di tegole, molte di queste recuperate dal terremoto del 1976 in Friuli.

percorso orologeria monumentale di pesariis
Mappa di Pesariis e del percorso dell’orologeria Pesarina.

Agli inizi del 2000, quando Pesariis viene dichiarato ufficialmente il Paese degli Orologi, viene anche stabilito il Percorso dell’Orologeria Monumentale. E’ un percorso, con tanto di mappa, dove vengono indicati i 15 orologi caratteristici da vedere lungo le strade di Pesariis.

Vi consiglio di consultare la mappa e di parcheggiare ma non nel parcheggio vicino all’orologio n.1, che è l’orologio a palette giganti. Questo perchè il parcheggio è a pagamento e soprattutto i posti si esauriscono subito.

Piuttosto, guardate sotto alla mappa, noterete che la freccia vi indica un altro parcheggio. Si trova leggermente fuori, a 2 minuti a piedi dal centro. E’ uno spiazzo molto ampio e gratuito. Lasciate qui l’auto e ritornate dentro al borgo per iniziate la vostra visita.

Pesariis il paese degli orologi
Scritte a Pesariis

Il Percorso dell’Orologeria Monumentale si sviluppa in 15 tappe, ognuna con un orologio diverso e caratteristico. Nella mappa le tappe sono 18 in quanto vengono inserite anche le 3 tappe al di fuori del paese, situate in altre frazioni.

Gatto Pesariis
Un gatto ci osserva

Detto questo, i 15 orologi del Percorso dell’Orologeria Monumentale sono:

  1. A Palette giganti: due enormi display rotanti che misurano il tempo.
  2. Orologio a Vasche d’acqua: 12 vasche che si riempiono in serie, una ogni ora. Al riempimento di tutte, queste si svuotano per riprendere il ciclo.
  3. Meridiana del 1770: una meridiana a muro.
  4. Scacchiera: simile al primo, ma qui girano solo le piccole tessere bianche e rosse.
  5. Casa dell’orologio: un orologio a muro su una casa.
  6. Di Leonardo: dedicato al famoso inventore fiorentino.
  7. Ad acqua a vasi basculanti: che sfrutta il peso dell’acqua per misurare il tempo
  8. Meridiana orizzontale analemmatica: – bellissima – a seconda della vostra ombra indica ora, mese e segno zodiacale del momento.
  9. Dei pianeti: che indica la posizione dei 9 pianeti del sistema solare.
  10. Planisfero – sarebbe da vedere di sera – in quanto guardando il piano e il cielo si nota la costellazione
  11. Con carillon: ha delle campane che producono musiche anche complesse
  12. Ad acqua: che sfrutta il riempimento del suo serbatoio e si svuota ad ogni ora.
  13. Ad Acqua a turbina: la caduta dell’acqua riempie le pale della ruota provocandone per gravità la rotazione. Questa fa misurare ore e minuti
  14. A cremagliera: Il peso dell’orologio lo mantiene in movimento e un motorino di carica lo porta in alto per riprendere il ciclo.
  15. Calendario Perpetuo gigante: il più complesso e anche il più bello, indica un po’ tutti gli elementi astrali, compreso movimento di luna e sole nelle varie stagioni

Nella Gallery qui sotto avete una foto per ogni orologio. Il primo della lista è quello con le palette giganti che indica 15.17 in blu. Si parte da sinistra verso destra.

Il mio consiglio è ovviamente quello di ammirare tutti e 15 gli orologi, perchè ce ne sono alcuni di veramente interessanti. A me quelli che sono piaciuti di più son o quelli che avevano a che fare con gli astri.

Come raggiungere Pesariis

Il paese degli orologi di Pesariis è facilmente raggiungibile in macchina – sconsiglio di andarci in autobus – . Prendete l’uscita Tolmezzo lungo la A23 e proseguite lungo la SS52 fino a Villa Santina e al bivio seguite indicazioni per Prato Carnico. Pesariis è una frazione di quest’ultimo paese.

Pesariis il paese degli orologi
Lungo le strade di Pesariis

Dove mangiare a Pesariis

Se siete a Pesariis e siete interessati alle specialità della Carnia, ci sono alcuni ristoranti nel bordo: Bar Ristorante Da Sardo oppure Val Pesarina Osteria ri-creativa. Purtroppo noi ci abbiamo fatto solo l’aperitivo, ma parlando un po’ con mio cognato e con chi ne è uscito, erano soddisfatti. Io ve li segnalo solo per farvi sapere che ci sono nel caso vogliate sapere se c’è un luogo dove mangiare nel borgo.

Visitare Pesariis
Angoli di Pesariis

Chi ha tempo non aspetti tempo.

Questa citazione non ha nulla a che fare con Pesariis e i suoi orologi, ma mi è venuta in mente mentre scrivevo, faceva figo e l’ho inserita 🙂

Pesariis il paese degli orologi
Casa di Pesariis

Se anche voi state per apprestarvi a visitare Pesariis e gli orologi che si trovano lungo le sue strade, o conoscete qualcuno che vuole visitare questo bellissimo borgo nel cuore della Carnia, allora magari questo post vi sarà utile o sarà utile ai vostri amici. Condividetelo e fatemi sapere nei commenti se vi è piaciuto. Se volete visitare qualcos’altro di caratteristico, a Bordano si trova la Casa delle Farfalle, magari vi potrà tornare utile sapere che c’è. Ci sono poi altri borghi Friulani molto belli come Sauris, Venzone, Maniago ma anche la Diga del Vajont, Grotte di Pradis, la Grotta Gigante ed il Castello di Miramare, sempre in Friuli.

Seguitemi per altre avventure.

Tags:

4 Comments

  1. Un borgo bellissimo, vi consiglio di visitarlo con Sauris e Venzone

    Rispondi
  2. Che meraviglia i paesini di montagna che conservano intatte le loro tradizioni! Poi il fascino degli orologi meccanici è sempre grandissimo! Speriamo di tornare in Friuli presto per visitarlo di persona!!😍

    Rispondi
  3. QUi gli orologi si salverebbero: fortunatamente non tutti sono a batteria. Magari ti porti a casa una Vasca d’acqua oppure ti freghi una campana 😀

    Rispondi
  4. Tantissimi spunti per fare belle foto! Mi piace tantissimo l’idea del percorso (il mio preferito è quello con le costellazioni, ovvio 😉 )
    Peccato per il museo, io però non so se avrei retto alla visita… sono il classico tipo che toglie le batterie a tutti gli orologi di casa perché non sopporto il ticchettio, lì dentro sarei impazzita 😛
    Buona domenica!

    Rispondi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Contenuto protetto! Il lavoro non si copia ma se lo vuoi stampare contattami pure.