Type to search

Consigli Fotografici

La sezione aurea in fotografia: cos’è e come si applica.

Share
sezione aurea

In un altro articolo, tempo fa, ti avevo parlato delle regole di composizione fotografica. Ti avevo elencato 13 suggerimenti per migliorare le tue fotografie dal punto di vista compositivo. Al primo posto delle regole di composizione fotografica avevo messo la regola dei terzi. E’ una regola non dico fondamentale, ma per lo meno basilare della composizione in fotografia.

Quella di suddividere l’immagine in 9 rettangoli è un metodo semplice per dare una spinta alle proprie foto. Ed è un’evoluzione ma anche la semplificazione di un’altra regola che ho messo al secondo posto di quel post. Sto parlando della Sezione Aurea applicata in fotografia: è un rapporto matematico che consente di armonizzare la tua foto.

Il perché la sezione aurea sia usata in campo fotografico e come si applichi lo scoprirai qui sotto, senza tralasciarne la storia.

Definizione di sezione aurea e calcolo matematico.

La sezione aurea, detta anche rapporto aureo oppure proporzione aurea è uguale al numero irrazionale indicato dalla lettera greca varphi = 1,61803398… Questo numero aureo è ottenuto mettendo in relazione due lunghezze A e B dove A è maggiore di B e A è medio proporzionale tra B e la somma di (A + B). Quindi la definizione è:

(A + B) : A = A : B = varphi

Tale rapporto tra misure, definito anche numero aureo, viene usato praticamente da secoli in architettura, in natura, nella musica e anche in fotografia. Ora quindi che hai la formula matematica, vai pure sul campo, metro alla mano, prenditi una calcolatrice e calcola al millesimo questo valore cosi la tua foto sarà perfetta. Fermo non chiudere il post, scherzavo!!! Non mi sognerei mai di chiederti una cosa del genere. Ma è importante conoscere le basi per comprendere il processo di quello che è il pilastro che ha segnato gran parte delle arti.

Storia della sezione aurea.

La sezione aurea, secondo molti studiosi, risale al periodo egizio. Si dice che la piramide di Cheope sia stata costruita seguendo questo rapporto. Le sculture del Partenone, opere delle scultore Fidia, sono state costruito secondo il rapporto aureo. Ma anche la stessa Gioconda o l’Uomo Vitruviano: Leonardo li realizzò secondo la sezione aurea. Il salto di qualità e molte spiegazioni sul rapporto tra le due dimensioni si ha con Leonardo Fibonacci nel 1202.

Forse la sequenza di Fibonacci sulla successione numerica ti dirà qualcosa: 0,1,1, 2, 3, 5, 8, 13, 21… e così via. Fibonacci scoprì che ogni termine della sequenza è la somma dei due precedenti, partendo dai due numeri 0 e 1. Keplero dimostro che il rapporto tra due termini consecutivi, partendo dal 5 è sempre 1,6 con alcune approssimazioni. Un rapporto molto simile al numero aureo. Ti starai però chiedendo cosa c’entri tutto questo con la fotografia. Ora te lo spiego, ma se vuoi saperne di più sulla sezione aurea oppure sulla sequenza di Fibonacci leggiti pure i post linkati.

Questo numero che indica un rapporto tra dimensioni, ha la capacità di rendere armoniose le forme e di rendere la composizione molto più gradevole ai nostri occhi. Non è quindi un caso che la sezione aurea venga usata in fotografia ma anche nella pittura, nella scultura ed in tutte le arti visive. Per capire come si applichi e la relazione tra Fibonacci e sezione aurea ti devo introdurre il concetto di rettangolo aureo.

Il Rettangolo aureo e Fibonacci.

Ritorniamo un attimo all’equazione di sopra: il rettangolo aureo ha un lato uguale ad A, ed un lato uguale ad A+B. E questo può essere suddiviso in ulteriori rettangoli aurei. Se però guardiamo il rettangolo questo è ottenuto da una serie di quadrati sommati tra loro. Se ai quadrati più piccoli diamo un valore di 1, quello più grande diventa 2, e se sommi i valori precedenti, i quadrati successivi diventano 3, poi 5, 8 e così via, come nella successione di Fibonacci. Le parole non chiariscono molto. Meglio un disegno.

sezione aurea
Rettangolo aureo

Ma quindi, come applicare la sezione aurea in Fotografia?

Non ti preoccupare: non dovrai fare calcoli astrusi, sentirti un matematico o fare operazioni particolari. In fotografia, quando si applica il rapporto aureo significa posizionare il soggetto in un determinato punto dell’immagine partendo dal rettangolo aureo – di seguito ti spiego cos’è -. Questo punto dell’immagine è un punto nel fotogramma dove va posizionato il soggetto per rendere lo scatto più armonioso e gradevole. Ma come si trova questo punto, se non lo devi calcolare? Semplice! Puoi applicare questi tre metodi:

  • Puoi usare la griglia della sezione aurea
  • Puoi usare il triangolo aureo
  • Puoi applicare la spirale aurea.

Andiamo a vedere che cosa sono e come si applicano. Ma prima, ti parlo del rettangolo aureo.

La Griglia della Sezione Aurea.

Il primo metodo è quello di usare una griglia come quella della regola dei terzi. Nel caso della regola dei terzi, tutti i rettangoli sono uguali e sono generati da quattro righe perpendicolari tra loro e dividono tutti i lati del fotogramma in tre parti uguali.

La griglia della sezione aurea invece è diversa. E’ composta sempre da quattro righe perpendicolari tra loro. Il punto è che i rettangoli generati non sono tutti uguali. Le colonne che si generano hanno un rapporto diverso perchè stanno in rapporto tra loro secondo il numero aureo. Quindi se la prima e la terza colonna misurano 1, la centrale misurarà 0,618. E’ quindi necessario poi posizionare il soggetto nei punti di intersezione delle linee.

sezione aurea
Griglia Sezione Aurea Copy: https:mettiafuoco.it

Il Triangolo Aureo.

Il secondo modo per posizionare il soggetto secondo la sezione aurea è quello di usare il triangolo aureo. Te ne avevo parlato nel post sulle regole di composizione. Per trovare il punto di intersezione, collega i due vertici opposti del fotogramma con un linea diagonale immaginaria. Poi traccia una perpendicolare alla diagonale e collegala con uno dei due vertici liberi. Il punto di intersezione tra diagonale e perpendicolare, è il punto dove posizionare il soggetto.

sezione aurea
Triangolo Aureo. Copy: mettiafuoco.it

La spirale aurea.

L’ultimo metodo è quello di utilizzare la spirale aurea o spirale di Fibonacci. Nella spirale, si posiziona il soggetto nel punto finale dove questa si arriccia, mentre la curva disegnata nel fotogramma può essere utile per mettere degli elementi di interesse della scena. Per ottenere il punto di arricciamento della spirale, suddividi in più parti il rettangolo con dei quadrati di lato A e

sezione aurea
Spirale aurea: Copy https://gabrieledanesi.com/

Conclusioni

Se è vero che la regola dei terzi è una semplificazione, la sezione aurea in fotografia è lo step successivo, nonchè quello avanzato della composizione fotografica. Cosa puoi fare a questo punto? Innanzitutto, quando sei in post produzione e hai scattato posizionando il soggetto su uno dei fuochi, ritaglia l’immagine cercando di posizionarlo secondo la sezione aurea. Una volta che avrai preso mano e soprattutto occhio, cerca di posizionare il soggetto secondo la proporzione aurea in fase di scatto, ritagliando poi in fase di post produzione.

Si tratta di fare solo esercizio. Poi verrà da sè! 😉


Foto di copertina presa da Pixabay

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Contenuto protetto! Anziché copiare scrivi contenuti senza sfruttare il lavoro altrui, pezzente!