I Giardini del Lussemburgo: visita all’oasi verde di Parigi.

Giardini del Lussemburgo

A Parigi c’è un’oasi verde, un luogo di pace che sembra scollegarvi dalla realtà e portarvi in un altro mondo rispetto alla Parigi caotica e frenetica che conosciamo. Situati poco a sud della Senna e a poca distanza dalla Cattedrale di Notre Dame, nel quartiere latino si trovano i Giardini del Lussemburgo.

Quartieri Latini

Era da tanto che ve ne volevo parlare, ma non l’avevo mai fatto. L’ispirazione me l’ha data la stagione autunnale, quella coi colori più belli: immaginarmeli con i colori dell’autunno deve essere una gioia per gli occhi.

Il nostro primo viaggio in quattro.

Per onor di cronaca vi devo dire che questo è stato il nostro primo viaggio in quattro. Avevamo scoperto di aspettare il secondo figlio, per Parigi ormai avevamo prenotato e non potevamo più rinunciare. Così il nostro secondogenito ha avuto la fortuna di visitare la Capitale francese con gli occhi della mamma.

Così, per non affaticare troppo la futura futura bis-mamma, decidiamo di riposarci nell’oasi più importante e più bella di Parigi. Ci arriviamo da una lunga e frammentata camminata dalla Torre Eiffel.

Cosa fare ai giardini del Lussemburgo.

I giardini del Lussemburgo sono una superficie di venticinque ettari di verde. I parigini che cercano pace, relax, un buon libro, due tiri a calcio imitando le gesta di Neymar o Mbappè oppure semplicemente vogliono sfuggire alla vita cittadina, si ritrovano qui. Inaugurati nel 1612 su volontà di Maria de Medici, adottano il modello del Giardino di Boboli di Firenze. Nonostante siano stati modificati svariate volte, il loro carattere e lo stile sono rimasti uguali nel corso dei secoli.

Si potrebbe dire che ai giardini del Lussemburgo si fanno le stesse cose che si fanno negli altri parchi. Invece non è così. I Luco – i parigini chiamano così questi giardini – hanno diverse particolarità.

Lady Liberty

La prima cosa che salta all’occhio è l’elevato numero di statue. Una in particolare forse non vi aspettereste di trovare qui. Negli Stati Uniti la chiamano Lady Liberty, e non tutti sanno che la Statua della Libertà è di origine francese. Se andate lungo la Senna, a poca distanza dalla Torre Eiffel trovate l’altra rappresentazione, alta circa 11 metri. Questa dei giardini di Lussemburgo è una rappresentazione in bronzo dell’originale – in tutto a Parigi ce ne sono cinque – alta circa 3 metri. L’originale si trova al Museo D’Orsay. Per trovare la rappresentazione in bronzo ai giardini andate verso ovest e fate in modo di vedere la Torre Eiffel sullo sfondo.

Oltre alle statue, c’è il Palazzo del Lussemburgo, sede del Senato Francese e il Museo del Lussemburgo, museo di arte contemporanea.

Giardini del Lussemburgo
© Pixabay

Divertirsi a Luco coi bambini.

Ma la cose più bella da fare ai giardini è sicuramente la vita all’aria aperta. Girando a piedi per le sue stradine vi capiterà di incontrare alcuni artisti di strada e giocolieri. Ci sono anche alcune aree sportive dedicate al calcio, al tennis ed alcuni tavoli per il gioco degli scacchi.

All’ombra degli alberi molte persone si isolano dalla vita quotidiana leggendo un libro.

Se ci venite coi bambini, oltre agli spettacoli di marionette, la parte più bella di tutto il parco si trova nel laghetto.

Giardini del Lussemburgo

E’ un laghetto artificiale, quasi sempre affollato di famiglie con bambini. Il motivo? Le barche a vela. Al costo di 3.50€ per mezzora, avete la possibilità di dare il via ad una vera e propria regata in miniatura. Queste barchette a vela, dotate di chiglia e una vela triangolare, vengono sospinte dal vento che siano col vento in poppa oppure di bolina (col vento frontale). Vi viene dato in dotazione con la barca a vela un bastone di legno. Questo vi permette di dare la spinta iniziale alla barca che poi andrà a terminare la propria corsa su uno dei lati del lago, a seconda di come il vento spingerà la vostra barca.

Giardini del Lussemburgo

Il divertimento è assicurato, la mezzora vi sembrerà poca, l’atmosfera è gioiosa e la città caotica vi sembrerà distante.

Infine, se i vostri figli non ne hanno abbastanza e voi volete godervi un po’ l’atmosfera del luogo, potete sempre farli divertire in una delle tante aree giochi che trovate all’interno del parco.

Giardini del Lussemburgo

Ce n’è abbastanza per invogliarvi a venire qui a visitare i Giardini del Lussemburgo? Spero di si, buon relax e buon divertimento.

_________________________________________________________________________

Se ti è piaciuto questo post, ti chiedo come sempre un like alla mia pagina Facebook (questo è molto importante per me) e di seguirmi su Instagram e Twitter.

Author: lucapery

Rispondi