Sunshine blogger Award 2018 : sono in nomination.

Sunshine blogger award

Come ogni fine anno, si scatenano i post su vari award, propositi dell’anno futuro e bilanci dell’anno che sta per concludersi. Anche quest’anno, sono finito dentro. Questa volta è il turno dei Sunshine Blogger Award e la cosa non può farmi che piacere: nonostante il tempo (pochissimo), l’impegno (medio) e la voglia di fare bene (tanta), alla fine anche quest’anno sono finito dentro alla nomination.

Sunshine blogger award

Nonostante tutto, essere dentro alla nomination vuol dire che il lavoro sta pagando – inteso non in senso economico -. Mi sto divertendo un sacco a scrivere, condividere – anche troppo a volte – e conoscere nuove persone. E’ proprio questa la parte più bella: conoscere e conoscerci al di fuori delle vesti di blogger: molto spesso ci nascondiamo dietro allo schermo, mi piacerebbe vederci di più dal vivo.

SUNSHINE BLOGGER AWARD: COS’È E COME VIENE ASSEGNATO

Il Sunshine Blogger Award 2018, è il premio per i blogger che con le proprie pagine web ispirano creatività e positività! Ho scoperto il Sunshine Blogger Award grazie alla nomination di Ale & Kiki, travel blogger di Un Trolley per due, e a Simona di Viaggia come il vento.

Grazie ragazzi, a buon rendere. E soprattutto spero di incontrarvi presto!

Il premio viene assegnato da blogger ad altri blogger che, con il proprio spazio web, sono fonte di ispirazione, creatività e positività per la community. Quando ho letto le motivazioni, beh, ne sono davvero rimasto felice: è bello sapere che la gente segue te e i tuoi viaggi e sei fonte di ispirazione anche per qualcuno! Il condividere le mie avventure mi ha fatto creare una rete di contatti di cui vado fiero! Spero un giorno di poter conoscere una per una tutte queste persone.

Ora, cosa deve fare il nominato per il Sunshine Blogger Award? Semplice: condividere e diffondere, creando un articolo sul proprio blog che deve seguire queste regole:

  1. ringraziare la persona che ti ha nominato inserendo il link al suo sito web;
  2. rispondere alle domande che ti ha posto;
  3. nominare altri 11 blogger e formulare loro 11 nuove domande;
  4. includere il logo del contest nell’articolo che puoi scegliere tra quelli reperibili in rete

Visto che sono stato nominato da due blog e tre persone in tutto, per non fare torti a nessuno ho deciso di risponderò a undici domande così suddivise: sei di Un Trolley per due (tre di Ale e tre di Kiki),e cinque di Viaggia come il vento (Simona). 

Ecco le mie risposte:

1) Chi sei e di cosa parla il tuo blog?

Se non s’era capito mi chiamo Luca, veneto di nascita. Ho superato i 30 ormai ma resto sempre ancorato ai 20. Il mio blog parla di viaggi fai da te: se sei un viaggiatore indipendente, a cui piacciono gli on the road e ti piace organizzare il viaggio indipendentemente e su misura, allora sei nel posto giusto. Che tu sia una coppia o una famiglia, ho consigli per entrambi. Viaggio con due figli di 8 e 3 anni da quando sono nati, e non mi fermo ora che sono più grandicelli.

2) Cosa significa per te viaggiare?

Viaggiare per me è fuggire da una realtà che considero stretta e spesso monotona. Ma significa anche conoscere nuove persone, entrare in contatto con altre culture, altri modi di interpretare la vita e vedere luoghi che finora ho visto solo per televisione o nei libri.

3) Con chi ami ami viaggiare?

Viaggio sempre e solo con la mia compagna di vita e di viaggi Silvia, e con i nostri due figli. A volte si aggiungono anche degli amici. Il mio sogno però resta un viaggio in solitaria, un viaggio fotografico nel sud della Cina.

4) Organizzi da solo i tuoi viaggi?

Assolutamente si! Inizio col raccogliere tutte le informazioni sulla meta, prenoto il volo, l’auto, gli alloggi e mi costruisco l’itinerario. Infatti non è raro che amici e parenti a volte mi scambino per un’agenzia di viaggi chiedendomi di prenotare per loro dei viaggi. Io mi fermo ai consigli.

5) Dove trovi ispirazione per individuare la tua prossima meta?

Da blog amici in primis, ma poi anche da programmi televisivi. La scelta però ricade sempre su luoghi che siano abbordabili come costi, se il volo è ha un prezzo esagerato, cambio destinazione e scelgo una fra le tante che ho in mente.

6) Programmi tutto nei minimi dettagli o sei un viaggiatore last minute?

Diciamo che sono una via di mezzo: non programmo tutto ma neanche posso andare allo sbaraglio con due figli piccoli. Di solito prenoto i voli e gli alloggi in modo da risparmiare. L’itinerario lo stabilisco a grandi linee, in loco poi decidiamo cosa vedere e come muoverci.

7) Ti piace assaggiare piatti tipici di altri paesi?

Sì, anche se sono schizzinoso di natura. Seguo il motto “To live like a local” e credo che per entrare in contatto con la popolazione locale, bisogni per forza assaggiare i piatti tipici del Paese in cui ti trovi.

8) Hai mai fatto un viaggio on the road ?

E’ la mia forma di viaggio prediletta. Sono andato in Florida e Canada facendo on the Road. E’ stato superfigo.

9) Quali paesi d’Oriente ti affascinano di più?

In assoluto il Vietnam. Però non disdegno tutti gli altri paesi che vanno da Singapore fino al Giappone

10) Preferisci il mare o la montagna?

Assolutamente il mare. Sono nato col mare a due chilometri da casa, come faccio a preferirlo alla montagna? Poi non amo particolarmente il freddo, sono tipo più da costume o pantaloncini corti, da Mojito e passeggiata lungomare. Contrariamente a quanto detto, il prossimo viaggio sarà una fuga breve in montagna in mezzo alla neve, per accontentare i miei figli.

11) Dove hai fatto il tuo primo viaggio all’estero?

Non conto le escursioni croate e slovene quando ero bambino perchè non me le ricordo – si chiamava ancora Jugoslavia. Il primo viaggio estero è stato a Madrid con la scuola. Praticamente abbiamo vissuto di notte.

Ecco le mie nomination per i Sunshine Blogger Award!

Tips 4 Trips

Non Solo Turisti

Viaggia e Scopri

Scorci di mondo

In Viaggio con Monica

Itinerario di Viaggio

Oltre Le parole

PanAnna blog di viaggi

Flavour Suitcase

Eli & Fabi on the Road

La scimmia viaggiatrice.

Ecco le mie 11 domande.

  1. Chi sei e di cosa parla il tuo blog?
  2. Com’è nata la tua voglia di condividere i tuoi viaggi?
  3. Che tipo di viaggiatore o viaggiatrice sei?
  4. Qual’è il viaggio che sogni di fare da tanto tempo?
  5. Come scegli la tua prossima meta?
  6. Qual’è stato il piatto tipico più strano che hai mangiato all’estero?
  7. Hai avuto qualche disavventura in viaggio?
  8. Quali sono le 3 cose che non devono mai mancare nel tuo bagaglio?
  9. Meglio soli che mal accompagnati o più siamo meglio è?
  10. C’è un luogo che non ti attira?
  11. C’è un luogo che ti ha sorpreso e ti è rimasto nel cuore

Attendo le tue risposte, caro viaggiatore.

______________________________________________________________________________

Se ti è piaciuto questo post, ti chiedo un like alla mia pagina Facebook e di seguirmi su Pinterest, Twitter e Instagram.

Author: Luca Pery

4 thoughts on “Sunshine blogger Award 2018 : sono in nomination.

  1. Grande Luca, il blog ci ha dato l’opportunità di conoscerci e, con queste nomination, di scoprire qualche curiosità in più su di noi 😉 Come dici anche tu, sarebbe fantastico incontrarsi di più dal vivo ,anche se credo che finiremmo parecchie serate a non ricordare cosa ci siamo detti, tra cicheti, spritz e bicchieri di vino!! 😂😂😂
    Sai che anche a noi succede la stessa cosa con gli amici, di essere scambiati per un’agenzia di viaggi?? Come te ci limitiamo a dare consigli, anche cautamente perché poi ognuno vede, giustamente, la vacanza a modo suo 😉 Mai e poi rinunceremmo agli on the road, per esempio: è una tipologia di viaggio che permette di scoprire tanti volti di un Paese in un’unica esperienza! 😎
    Grazie ancora per aver partecipato e tanti tanti auguri di buone feste da me e Chiara! A presto!

    1. Ciao Ragazzi! Grazie ancora per la Vostra nomination, mi è piaciuto leggere il vostro post. Ho seguito molto da vicino anche il vostro on the road nell’ovest degli USa e devo dire che è stato un viaggio bellissimo e che mi ha invogliato a seguirvi e a seguire quel sogno verso l’ovest americano. Sarebbe più bello passare più tempo assieme però chissà, ci sono tanti eventi in giro (e non solo) che ci permetteranno sicuramente di farci trovare ancora quanto prima.

      Passate buone feste e non abbuffatevi troppo durante queste vacanze. A presto. Un abbraccio Luca

  2. Come hai detto la soddisfazione più grande è quella di vedere apprezzamento per il proprio impegno e di conoscere gente con le tue stesse passioni e con cui condividere idee e suggerimenti!
    Bella l’idea del viaggio fotografico in solitaria in Cina!

    1. Il viaggio fotografico in Cina è una mia fissa da molti anni…chissà se ci riuscirò. MI basterebbe anche solo andarci. Passa buone feste Simona. UN abbraccio e a presto,

      Luca

Rispondi