Croazia in 10 scatti

Più un paese è ricco, più è difficile da riassumere. Così credo sia anche per la Croazia, un paese che sotto molti punti punti di vista non ha niente da invidiare ai suoi vicini europei o ad altre nazioni al di fuori del vecchio continente. Mi è piaciuta molto sotto il punto di vista naturalistico, bella dal punto di vista architettonico e anche la cucina non è male. Non ho trovato lati negativi, forse perchè da viaggiatore è più difficile trovarli, di solito si notano più da residente. Ma non è questa la sede per parlarne. Un Paese che ho visitato con molto piacere e nonostante non sia stato il viaggio della mia vita, mi sento caldamente di consigliarvi se volete una vacanza all’insegna del mare, della natura, della storia e del buon cibo.
Era da un po’ che non lo facevo – dal Canada per la precisione – e quindi ora, a un anno di distanza, posso cercare di riassumervi la Croazia in 10 scatti.

1) Il parco del Krka.

Parco del Krka

Non potevo non iniziare dal mio amato Parco del Krka. In un parco dove la natura fa brillare gli occhi, le sue cascate più piccole si uniscono fino a formare la cascata più bella e maestosa di tutto il parco, Skradinski Buk. E’ qui che potete fare un’esperienza unica, il bagno ai piedi della cascata – vi capiterà in poche altre parti del mondo. Se vi siete persi il post relativo e avete bisogno di ulteriori informazioni per sapere come visitare il Krka, cliccate qui.

2) I laghi di Plitvice.

Laghi di Plitvice

La vera ragione del mio viaggio in Croazia: i Laghi di Plitvice. Ho deciso che la Croazia sarebbe stata la mia meta estiva per combinare un po’ il mare con la natura e devo dire che la scelta è stata azzeccata. I laghi di Plitvice mi sono piaciuti comunque meno del Krka per un semplice fatto: di Plitvice avevo visto foto su foto, su quindi sapevo già cosa aspettarmi. Del Krka invece conoscevo solo luogo e nome, perciò è stata una pura sorpresa. Se volete visitare i Laghi di Plitvice con tutte le informazioni utili, vedetevi il mio ultimo post.

3) Visitare Zagabria e i suoi caffè.

Croazia
I caffè di Zagabria sono un’istituzione. Sono pieni dalla mattina presto alla sera tardi, e non è raro girovagare per più caffè in attesa di trovare un posto libero. Non credevo nemmeno che i Croati avessero un caffè pari al nostro, qualitativamente parlando. La gente si ritrova davanti ad una tazza fumante per parlare di tutto, dalla politica, allo sport, alla moda fino al gossip. Immancabile l’appuntamento del sabato mattina, chiamato Špica (letto Shpitza), quando con amici e parenti ci si ritrova al bar per bere il caffè e parlare di tutto.

4) Sibenik.

Sibenik

La città che mi è piaciuta di più. Appena arriverete a Sibenik, vi chiederete cosa ci sia di tanto bello. Il perchè lo capirete quando passeggerete nel centro storico. Una città dal fascino incredibile, caratterizzata da un continuo saliscendi di strette vie, tra case storiche, ristoranti di pesce e negozi interessanti. E poi, una passeggiata lungo il porto ammirando il mare al tramonto vi darà un senso di pace unico al mondo.

5) Il mare della Croazia.

Croazia

Quel famoso paletto posto dalla mia compagna non lasciava molti margini, Plitivice poi ha fatto il resto. Devo dire che il mare della Croazia è stato una bella conferma, più che una sorpresa. Acqua pulita, limpida, cristallina, con una buona temperatura nonostante fosse settembre. Non sono amante del bagno, non mi piace uscire lesso dall’acqua, ma per il mare croato ho fatto una bella eccezione. Per quel che riguarda le spiagge invece, diventa difficile trovarne di sabbiose, una ce l’ha consigliata la proprietaria del nostro appartamento. Per la maggior parte sono di sassi e ciottoli. Vi basti comunque sapere che i prezzi di ombrelloni e lettini sono molto molto economici – Ve ne parlerò in un post parte. Non stupisce comunque che in molti preferiscano il mare della Croazia a quello del nord Adriatico.

6) Il cibo e in particolare la carne.

Parliamo di cucina: del pesce croato ho opinioni contrastanti. A Sibenik ho mangiato malissimo – sarò stato sfigato, vedete post su Sibeink – in escursione alle isole Kornati invece ho assaggiato un pesce delizioso. Dove non hanno sbagliato un colpo invece è stata la carne. Ovviamente si sente molto l’influenza della cucina balcanica – ma non dite ai croati che sono balcanici perchè vi guardano male, non si sentono tali. Noi l’abbiamo mangiata più volte, e le grigliate per due erano proprio due persone affamate. Ad accompagnare i piatti mancano patatine e salse. Generalmente trovate i classici ćevapčići, bracciole e bistecche, e vi consiglio di accompagnarli con la birra di produzione nazionale, la Karlovačko.

7) I tram blu.

Zagabria
Altra istituzione della capitale Zagabria. Forse meno popolare di quelli di Lisbona, i Tram Blu di Zagabria credo meritino un giro almeno, giusto per provare l’emozione e dire “ci sono stato”. Partono dalla stazione della piazza principale, Trg Ban Jelacic,  e collegano le zona principali della città bassa. Restano comunque il mezzo urbano più utilizzato dai cittadini. E sono pure belli da fotografare

8) Città storicheCroazia

Una nazione ricca di storia. Una storia che si vede tra le vie delle varie città croate. Rijeka, Zagabria, Sibenik, Nin, Zara sono quelle che ho visto io, ma ce ne sono molte altre. Sul mare si sente molto l’influenza del dominio Veneziano, più a nord, verso Zagabria e altre città, l’influenza Asburgica. Senza contare poi le città della costa dalmata del sud, come Spalato e Dubrovnik. Se vi piacciono le città storiche, la Croazia non vi deluderà. – La foto qui sopra è stata scattata a Nin.

9) L’organo sul mare.

Che suono fa il mare? Troppo facile dire il fruscio delle onde. A Zara c’è una scalinata che da sul mare, un’opera di ingegneria e allo stesso tempo un’opera d’arte dell’architetto Nikola Bašić. Appoggiate l’orecchio in uno dei tanti buchi e ascoltate. In questo caso il suono del mare è una delle sette note, create dall’infrangersi delle onde su una delle 35 canne d’organo installate sotto la scalinata. Non sarà un concerto vero e proprio ma l’organo sul mare crea una piacevolissima melodia, bella da ascoltare 24 ore su 24.
Zara

10) Le isole Kornati.

Se avete una giornata in più da spendere e volete visitare un’altro parco nazionale, allora vi consiglio il Parco Nazionale delle Isole Kornati (Coronate in Italiano). Visitabile esclusivamente in barca, scegliete l’escursione che più vi si adatta al porto di Zara e partite alla scoperta di queste meravigliose isole. Il tempo ci ha aiutato e ci siamo pure fermati a fare il bagno in una baia dai colori azzurri incredibili. Ve ne parlerò più avanti in un post a parte.
Croazia
_________________________________________________________________________________________
Se ti è piaciuto questo post lascia un commento qui sotto, oppure un like alla mia pagina Facebook e seguimi su Instagram e Twitter. 😉