Cosa fare a Zara, la città storica della Dalmazia centrale.

Cosa fare a Zara

Per il nostro On the road in Croazia, il punto di partenza e meta prediletta è stata Zara, nella Dalmazia centrale. Se state pensando a cosa fare a Zara perchè pensate sia una città troppo piccola, beh vi posso sicuramente dire che ne avrete un bel po’ da fare.

Zara, conosciuta come Zadar in Croato, si affaccia sul mare adriatico. E’ stata sotto il dominio romano e anche sotto il dominio Veneziano. Entrambi i domini hanno lasciato resti e segni ben precisi lungo tutta la città.

Zara

Per quel che ci riguarda, abbiamo scelto Zara come base per i primi cinque giorni di soggiorno in quanto situata in un punto strategico per quello che dovevamo vedere noi. Ecco allora una bella serie di spunti che vi possono tornare utili.

Cosa fare a Zara: un punto di partenza per visitare le zone limitrofe.

Zara per noi è stato un punto di partenza per visitare alcune punti di interesse limitrofi. Da Zara abbiamo facilmente raggiunto Il parco del Krka e la piccola città di Sibenik, situati a circa un’ora di auto da Zara di cui vi ho già partlato a suo tempo. Inoltre, sempre alloggiando a Zara, siamo riusciti a visitare altre due spiagge poco lontane.

La prima spiaggia di cui vi vorrei parlare, raggiungibile in circa un’ora di auto, è la spiaggia di Plaža Čista, nell’isola di Pago. L’isola di Pago ha un paesaggio arido e brullo, ma è caratterizzata da un’acqua azzurra e cristallina e da una spiaggia di ciottoli e sassi con una piccola parte sabbiosa. La spiaggia si trova tra i due paesi di Pago e Novaglia, ed è indicata con un cartello lungo la strada. Si trova sulla destra. Con quindici euro parcheggiate la macchine nel parcheggio e affittate ombrellone e tre lettini. Non male come costo direi.

Ah dimenticavo, là vicino si trova anche una spiaggia di nudisti. Noi l’abbiamo scoperta per caso tra le risate sconquassate di mia figlia.

Se non volete invece muovervi molto da Zara, allora poco distante, a Nin, si trova Queen Beach. E’una spiaggia adatta alle famiglie con bambini, in quanto sabbiosa e dal fondale molto basso. Avete la possibilità di affittare ombrelloni e lettini oppure usare la spiaggia libera. I costi sono più o meno come a Pago.

Se rimanete in città.

Se rimanete in città, allora ecco cosa fare a Zara.

Andare in spiaggia.

La prima cosa è senza dubbio, restando in tema spiaggia, recarvi nella spiaggia più popolare della città, quella di fronte all’Hotel Kolovare. E’ una spiaggia di sassi, con dei gradini ricoperti da un po di erba. La spiaggia a noi non ha proprio entusiasmato. Però il mare è decisamente meraviglioso. Limpido e cristallino, con un fondale che però si abbassa dopo pochi passi. Scarpe e sandali da bagno sono consigliati ma non strettamente necessari.

Una passeggiata per il centro storico.

Il centro storico di Zara è una sorta di penisola a cui si accede passando attraverso le porte delle mura che delimitano la città vecchia. Gli edifici storici sono ormai per lo più popolati da Hotel, musei, ristoranti e bar ed è quasi superfluo dirvi che tutto il centro storico sia molto turistico.

Cosa fare a Zara

Se camminate fino alla chiesa di Santa Donata, dove potrete poi salire sulla torre, troverete un bel viale alberato che vi conduce al mare. Ma soprattutto delle bancarelle dove potete fare degli acquisti.

Zara

Salire sulla torre della Chiesa di Santa Donata.

La chiesa di santa Donata è la più importante di Zara. La torre del campanile è aperta quasi tutti i giorni. Per meno di un euro potete salire fino all’ultimo livello. Vi suggerisco di farlo perchè la vista da qui è davvero mozzafiato. La città si estende fino al mare e dopo il mare, le montagne delle isole Kornati.

Si arriva in cima con una scala a chiocciola, che si restringe sempre di più fino a farvi uscire tramite una porticina molto stretta sulla terrazza. La vista ripagherà la fatica.

Il saluto al sole.

Percorrendo quel famoso viale alberato che vi ho accennato poco fa, arrivate al mare e girate a destra. Percorrete tutto il viale fino ad arrivare in fondo. Qui, troverete le due attrazioni principali della città. La prima è il saluto al sole. E’ un cerchio gigantesco composto da più pannelli fotovoltaici. Questi assorbono la luce e la liberano quando cala la notte, dando vita a dei giochi di luce colorata. Il saluto al sole, anche se totalmente diverso di quello di Key West, attira moltissima gente ad ammirare il sole che scende dietro alle isole sul mare. L’energia incanalata nei pannelli fotovoltaici, serve anche per illuminare il viale lungo il mare.

Zara
Saluto al sole

L’organo sul mare.

La seconda attrazione è unica nel suo genere. E’ l’organo marino, una costruzione dell’architetto Nikola Basic. Si tratta di una costruzione – e allo stesso tempo di un’opera – a gradoni con dei piccoli fori. Il movimento delle onde fa si che da sotto provenga un suono simile a quello prodotto dalle canne di un organo. Lo sciabordio costante delle onde, oltre a produrre il suono che si sente a metri di lontananza, accende le luci del saluto al Sole. Il ritmo delle onde è lo stesso delle luci colorate. Davvero una grandissima idea.

Zara
Organo marino

Infine vi lascio un ultimo suggerimento: dal porto di Zara partono anche le navi per le escursioni alle Isole Kornati. Ma ve ne parlerò in un altro post.

Zara come destinazione Best in Travel 2019.

Lonely Planet ha incluso Zara nelle destinazioni best in Travel 2019. Un riconoscimento meritato in pieno. E allora perchè non decidete anche voi di vedere Zara?

______________________________________________________________________________

Se ti è piaciuto questo post su cosa fare a Zara, ti chiedo un like al post e magari se ti va un commento. Ti chiedo anche un like alla mia pagina Facebook e di seguirmi su Pinterest, Twitter e Instagram.

Author: lucapery

Rispondi