Type to search

Riflessioni

Come viaggiare low cost e spesso: 10 consigli per viaggiare senza spendere una fortuna.

Share
Symi

In molti vi sarete posti le domanda “come viaggiare low cost?” e ” come si può viaggiare spesso?”. Probabilmente le domande ve la sarete poste da quando avrete iniziato a vedere i vostri amici oppure i travel blogger viaggiare frequentemente e più volte durante l’anno. Vi anticipo già che le due domande sono strettamente correlate.

Il fatto di riuscire a viaggiare più di una volta all’anno è frutto di un’evoluzione del mio modo di viaggiare. E questo ha fatto si che il mio numero di viaggi aumentasse – un cane che si morde la coda praticamente -. Molte persone che non viaggiano mi pongono continue domande di svariato genere, ma una in particolare preme alla gente: l’aspetto economico. Come si fa a viaggiare spesso? Come si può viaggiare spesso e low cost?

come viaggiare low cost consigli

Non sono ricco, sono una persona normale con un lavoro normale ed una vita normale, a volte fin troppo noiosa. Ma vivo praticamente nell’attesa del prossimo viaggio. La differenza tra me e gli altri è solo una: io dedico ai viaggi i soldi che le altre persone dedicano ad altre attività. Tutto qui. Si chiama semplicemente passione. Se volete sapere davvero come faccio, ecco i miei consigli su come viaggiare spesso e come viaggiare low cost.

1.Come viaggiare low coste e come viaggiare spesso: dalla comodità al fai da te.

Turista fai da te? No alpitour? Ahi ahi ahi ahi

Come ho accennato sopra, ho parlato di cambiamento. All’inizio andavo in agenzia viaggi: internet era agli albori, io ero un ragazzino, la connessione a casa o non c’era o era lenta, le informazioni erano difficile da reperire. Voli e soggiorni non erano facili da organizzare, specie per destinazioni all’estero.

Andare in agenzia significava acquistare un pacchetto di ottima qualità ma era troppo vincolante dal punto di vista delle location e della mobilità, e il prezzo era un po’ alto per via dei costi di gestione. Modificare il pacchetto poi, comportava costi ulteriori.

Oggigiorno invece internet fa parte del nostro quotidiano e troviamo tutto ciò che ci serve nel web, anche a millemila chilometri da casa. Quindi piano piano ho lasciato l’agenzia e mi sono dato da fare: in questo modo ci ho guadagnato sia in libertà che sui prezzi. Il mio primo consiglio per viaggiare spesso è quello di organizzarvi da soli ed arrangiarvi nell’organizzazione dei vostri viaggi. Questo comporterà un notevole abbattimento dei costi.

Se volete saperne di più su questo mio processo, leggete che cosa sia un viaggiatore per me.

2. Per viaggiare spesso non serve essere ricco, serve essere intelligenti.

“Il viaggio è l’unica cosa che compri ma che ti rende più ricco”

Se viaggi così frequentemente devi essere molto ricco.

Tu si che hai i soldi.

Io purtroppo non ho i tuoi soldi per viaggiare.

Io non spenderei mai tutti quei soldi per viaggiare. Non ne vale la pena.

Vale la pena spendere quei soldi per portare a casa dei souvenir o per non portare a casa niente?

I soldi sono una componente fondamentale per tutti, che ci piaccia o no. Ma per viaggiare spesso non devi essere per forza ricco.

Una volta viaggiare era sinonimo di ricchezza, perchè le vacanze le facevano i ricchi o i benestanti, oggi viaggiano tutti. L’equazione viaggiare = ricchezza ha perso il suo valore iniziale. Oggi viaggiano tutti, non necessariamente chi ha il portafoglio gonfio. Logicamente cambia anche la qualità della clientela – lavorando in albergo vi assicuro che la qualità sta scendendo vertiginosamente – .

Quindi, e qui vi lascio il secondo consiglio, toglietevi dalla testa che viaggiare spesso sia sinonimo ricchezza. Se vedete qualcuno viaggiare frequentemente, non per forza è ricco, forse è bravo a viaggiare spendendo poco. Per questo dico che viaggiare molto = persona intelligente. E voi potete fare come fa lui: siate intelligenti e inizierete a viaggiare.

Essere intelligenti significa stare sempre sul pezzo, seguire gli altri, ascoltare i consigli di chi ne sa di più, ma anche sapere capire quando fare delle rinunce o quando fare delle spese.

come viaggiare spesso

La possibilità di dire “sono stato a…, ho visto il… ” è una soddisfazione che non tutti possono togliersi. Starei ore ed ore a parlare e ad ascoltare storie e racconti di viaggi, un argomento che affascina sempre, che siate viaggiatori oppure no. Viaggiare arricchisce culturlemente. Essere intelligenti significa anche questo.

3. Come viaggiare low cost: tutta una questione di scelte.

“Non si può avere la moglie ubriaca e la botte piena”

Viaggiare low cost è una scelta. Ma anche viaggiare è una scelta, che deriva da rinunce e sacrifici fatti quando non viaggi, quando sei a casa e fuori casa.

Per chi come me sente il bisogno di levare le ancore ogni specifico arco di tempo, il viaggio diventa qualcosa di irrinunciabile anche se ha un certo costo. Uno dei metodi che uso per risparmiare in viaggio è sicuramente la scelta dell’alloggio. Il terzo consiglio che vi do quindi è scegliere sistemazioni alla portata.

Viaggiando oggi in 4, viaggiamo spesso in appartamenti prenotati su AIRbnb: stabiliamo un budget a notte e se troviamo a meno, meglio. L’importante è che sia comodo, economico, centrale e bello. La prima voce che sacrifichiamo è sempre il prezzo.

Leggi qui perchè io scelga spesso l’appartamento quando viaggio.

Questo ci aiuta molto con la questione cibo: colazione e cena li facciamo spesso a casa, in giro a volte mangiamo local, a volte mangiamo al ristorante, altre a fast food. Quindi vi consiglio di stare attenti anche ai prezzi del cibo in viaggio.

Per noi non esiste hotel 5 stelle, jacuzzi, ristorante stellato. Noi in viaggio risparmiamo su queste cose per poter godere di attrazioni magari a pagamento.

Come viaggiare low cost

4. Come viaggiare spesso: sacrificare il superfluo per l’essenziale.

Avere un budget di mille o duemila euro per viaggiare fa la differenza, avere l’uno o l’altro è solo questione di scelte. Le rinunce, i sacrifici, le scelte obbligate ma anche avere delle priorità, sono decisioni a cui ogni persona deve far fronte quotidianamente, e se sei viaggiatore forse ancora di più. Girare il mondo non è un obbligo, ma nemmeno andare a cena con gli amici o passare una giornata al mare. Quindi, vi consiglio di fare scelte ponderate: viaggiare o uscire al ristorante tutte le sere? Se poi vi potete permettere tutte e due, beati voi.

Noi per quanto possibile cerchiamo ogni modo per risparmiare: magari non quel fatidico centesimo ma quegli euro che, giorno dopo giorno, ti faranno accumulare un gruzzoletto che ti permetteranno di affittare l’ostello di Mumbai o di mangiare in un ristorante a Shanghai.

Perchè la vita del viaggiatore è diversa dalle altre, per come la vedo io: la pizza non si va a mangiare al ristorante ma si mangia a casa, le magliette firmate non sono parte dell’abbigliamento quotidiano, la sera si resta casa guardare la tv o a leggere un libro, non si va in discoteca o per bar a fare l’happy hour, la casa – l’acquisto più impegnativo e importante per tutti – basta che sia adatta per ospitare quattro persone, anche se staremo un po’ strettini. Le auto? Due, per andare a lavorare, ma rigorosamente GPL, costano un po’ di più all’inizio, ma costa meno mantenerle. Lo shopping è strettamente ragionato: capi in saldo e via. Non ci sono cerimonie, battesimi, comunioni ecc., e se possibile li evitiamo come a peste.

Mi vien da ridere quando parenti o amici mi dicono ” ma come si fa a spendere duemila euro per una settimana?” quando la stessa persona, li ha spesi nel battesimo o per la comunione di suo figlio che è durato una giornata, o meglio qualche ora. Peggio ancora per un matrimonio. Di solito quando sento le cifre spese per sposarsi, dico: “con quei soldi sarei andato in Australia per ben due volte!”

5. Come viaggiare low cost e spesso: investire il proprio tempo con viaggi a cortissimo raggio alla scoperta dei luoghi dietro casa.

Un altro consiglio che mi sento di darvi è che viaggiare spesso non implica per forza andare sempre all’estero. Viaggiare è anche fare delle brevi escursioni in giornata in luoghi che non avete mai considerato, proprio dietro a casa. Sono sicuro che scoprirete davvero delle meraviglie che non conoscevate.

Ma anche in questo caso potete viaggiare low cost: spostatevi in auto oppure utilizzate gli autobus come Flixbus. Non serve mangiare fuori al ristorante, portatevi il pranzo al sacco. Risparmierete soldi e viaggerete di più.

E’ vero che l’erba del vicino è sempre più verde, ma rendiamoci conto che l’Italia è un paese meraviglioso che tutti ci invidiano. E se ce lo invidiano, un motivo c’è. Quindi per viaggiare spesso viaggiate in Italia.

6. Come viaggiare low cost: cercare – spesso – le offerte sui motori di ricerca per trovare la meta giusta.

“Prima di partire per un lungo viaggio, porta con te la voglia di non tornare più”

Nonostante la mia paura di volare, il mio passatempo preferito è cercare voli. Vi consiglio, nel tempo libero, di cercare voli a più non posso in modalità anonima. Cercate anche i voli che vi facciano viaggiare fuori dai periodi di picco: niente weekend ma durante la settimana. Non in piena alta stagione – Agosto o Natale e Capodanno – ma in media o bassa stagione. Quando su viaggia low cost, viaggiare fuori stagione è necessario.

Di solito cerco i voli su Skyscanner, Expedia ma anche nelle varie compagnie low cost e quelle di bandiera.

Quando ho trovato il volo giusto, allora decido la meta prenotando il volo. Se parto dal presupposto di scegliere la meta e trovare il volo, rischio di trovare voli a prezzi assurdi

Infine: cerca le offerte e leggiti le newsletter che ti mandano compagnie, ma anche alberghi e tutti gli altri: potresti trovare delle offerte che fanno per te.

Inoltre, porto con me sempre una guida cartacea: Lonely Planet. I consigli di qui dentro, mi aiutano spesso a risparmiare tempo e denaro in viaggio.

come viaggiare low cost

7. Evitare il last minute per non spendere troppo.

Altra cosa che ho imparato: evitare il last minute come la peste. Purtroppo decidere di mettersi in viaggio per una certa meta dall’oggi al domani implica spesso prezzi elevati. Questo perchè chi tende a vendere l’ultimo posto in aereo o chi vende l’ultima camera d’hotel tende a massimizzare e di conseguenza il prezzo è molto alto.

Per questo vi suggerisco di ripiegare magari altrove o trovare una soluzione più economica ma decisamente meno vantaggiosa sotto altri punti di vista. Ultima ratio, rinunciare al viaggio, a meno che non decidiate di chiudere gli occhi, stringere le chiappe e fare click spendendo quello che spendete.

8. Per viaggiare low cost occorre sapersi adattare.

Altra cosa molto importante: se pensate di viaggiare low cost ma avere tutta la comodità del mondo, sappiate che non è possibile. Ad oggi secondo me si è abbassata la qualità della clientela perché si sono abbassate le tariffe e si è alzata la qualità delle strutture ricettive. Ma non crediate che spendendo poco vi possiate permettere il lusso. La parola d’ordine è adattamento: spendete poco, ma quello che troverete magari può non essere una stanza ampia con letto King Size.

Se volete spendere poco mangiando fuori non potete pensare di essere da Cracco o al ristorante stellato. Di nuovo, adattatevi. Ma godetevi il viaggio.

9. Come viaggiare low cost e spesso: apri un blog di viaggi! 🙂

Ebbene sì caro mio lettore. Uno dei metodi per viaggiare spesso è quello di aprire un blog di viaggi. Ma sia chiaro: non si apre un blog di viaggi per viaggiare gratis o per viaggiare sulle spalle degli altri. Si apre un blog di viaggi per PASSIONE E PERCHE’ AMI CONDIVIDERE I TUOI VIAGGI!

Se devi partire dal presupposto che avere un blog di viaggi = viaggiare gratis, spesso e senza spendere un cent, chiuderai il blog dopo un anno.

Solo scrivendo, viaggiando per conto tuo, socializzando, condividendo e facendoti conoscere sui social allora verrai contattato dagli enti e ti verrà chiesto di partecipare ai Blog Tour. Ricordati: nessuno regala nulla. Ti chiameranno se farai un grandissimo lavoro e se viaggerai perchè hai passione. Non ti chiameranno perchè hai un blog, che poi magari non curi, non aggiorni e su cui non ci scrivi. Viaggia, scrivi e condividi. Datti tempo e pazienza. Un blog di viaggi non è per tutti. Se ami viaggiare, sarai anche in qualche modo “costretto” ad aggiornare il tuo blog. E soprattutto, studia studia e studia!

10. Come viaggiare low cost e spesso coi bambini.

Consiglio che forse esula dai 9 precedenti – ma forse anche no -: non fatevi influenzare da quelli che vi dicono che non è possibile viaggiare coi bambini. I bambini si adattano meglio di noi, è più facile assorbire il jet-lag, farli dormire nei luoghi più scomodi, e per mangiare basta poco  – pizza o panini. Chi vi dice il contrario, non ha capito nulla o non l’ha mai fatto. Leggetevi il mio post.

Se volete viaggiare coi sappiate che dovrete per forza aumentare il budget di spesa, ma se seguite quanto sopra, ce la potete fare.

Se questo post su come viaggiare low cost e come viaggiare spesso ti è piaciuto, ti chiedo di condividerlo coi tuoi amici.

Volere è potere!

P.s. Questo post l’ho scritto e lo dedico a te, si proprio a te, non viaggiatore. Spero di averti dato una speranza e che tu possa ora essere più invogliato a realizzare un sogno: viaggiare costa ma con i dovuti accorgimenti e seguendo i miei consigli, si può arrivare ovunque.

Spero che questo post su come viaggiare low cost e come farlo spesso ti sia piaciuto. Mi auguro quindi che anche tu possa partire presto, senza spendere troppo e più frequentemente.

4 Comments

  1. the lonely salmon 01/07/2017

    Ciao Luca, sagge parole le tue! Mi è piaciuto moltissimo leggere il tuo post, mi rispecchio in quello che scrivi! “Accontentarsi” di una piccola utilitaria e di un telefono che faccia la sua funzione senza fare anche il caffè o stirarci i panni (arriveremo anche a questo)sono delle rinunce, o meglio delle scelte, che non pesano. È questo il miglior modo per poter dire quest’anno andrò in viaggio in…. Buon viaggio a tutti! Lucia

    Rispondi
    1. lucapery 04/07/2017

      Esatto, a noi viaggiatori, i beni materiali danno poca soddisfazione, a noi basta un biglietto aereo, una macchina fotografica e voglia di sgambettare. L’importante è partire, perchè è il viaggio che conta, non la meta!

      Rispondi
  2. Gipsy 21/06/2017

    quando si soffre di Wanderlust per forza si cambia il modo di viaggiare, per forza si deve risparmiare dove si può, adesso preferisco gli appartamenti, dove posso cucinare io risparmiando qualcosa, soprattutto in quei paesi dove mangiare fuori costa un sacco per via delle mance. A volte non sono io a scegliere la meta ma le tariffe aeree. Poi certo di base non è una passione economica, ma alla fine spendo quasi tutti i miei extra in viaggi! Non ho la passione per le scarpe o i gioielli quindi quindi chissenefrega! I bambini si adattano a tutto, sono d’accordo con te, l’unico limite che vedo è nei primissimi anni quando rischi che si ammalino spesso e se si è in certe parti del mondo può essere difficile. Ma basta pianificare bene dove andare!
    La realtà di fatti è che è una questione di priorità… Chi ha la passione del viaggio non si fa fermare e cerca di fare il possibile per far quadrare i conti e rendere possibile un viaggio, scegliendo il giusto compromesso tra qualità e costi e rinunciando ad altri extra. Come dici “volere è potere”!

    Rispondi
    1. lucapery 04/07/2017

      Dobbiamo fare delle rinunce per la maggior parte dell’anno. Quando prenoto mi sembra di essere uno di quei turisti che cercano di risparmiare su tutto: alloggi, macchina, cene – parlo di quando sono in viaggio – . Però mi rendo conto che pago per quello che avrò e non mi lamento. L’unica cosa che conta è partire, decidere dove andare, divertirsi e viaggiare, il resto è secondario. Come dici tu, se il viaggio ce l’hai nel sangue, tutto il resto non conta, e la tua soddisfazione più grande è prendere un biglietto aereo.

      Rispondi

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: