Croazia Europa

Viaggio in Croazia: considerazioni ed informazioni generali.

Il viaggio in Croazia che ho appena concluso posso dire che non sarà certo il viaggio che mi ha cambiato la vita, ma è stato un viaggio che ha soddisfatto le mie attese e le ha superate per il resto della mia famiglia.

Il nostro viaggio in Croazia è durato 11 giorni, dal 2 al 13 Settembre.

In questo on the road abbiamo sperimentato un modo di viaggiare leggermente diverso rispetto a come eravamo abituati. Ci siamo sempre organizzati tutto da soli prima della partenza, dagli aerei alle auto agli alloggi fino a cosa vedere durante le nostre giornate. Questa volta, invece, non avevamo problemi né di aerei né di macchina – siamo venuti fin quaggiù con la nostra auto – mentre per gli alloggi e l’intero itinerario abbiamo improvvisato: avevamo prenotato una notte a Rijeka e cinque a Zara, ma cosa vedere e il proseguimento del nostro viaggio sarebbe stato deciso in loco. È stata una scelta un po’ voluta perché volevamo sperimentare questo nuovo tipo di viaggiare, ma anche un po’ dettata dal tempo atmosferico: non volevamo organizzare tutto e magari dover vedere i parchi sotto la pioggia (che poi non abbiamo mai trovato). Ci siamo affidati alla nostra Lonely Planet Croazia per decidere cosa vedere, il quando lo abbiamo stabilito durante il soggiorno.

Croazia

Da buon viaggiatore ho imparato una cosa nuova, o meglio, ne ho avuto la conferma: non sempre prenotare prima significa risparmio. Alloggi che un mese prima trovavo a un prezzo, a una settimana dal mio arrivo per quella destinazione li ho trovati a 20€ a notte in meno -un attimo di pazienza e vi spiegherò tutto.

Come vi ho già detto è stato un viaggio che ha soddisfatto le mie attese. Sapevo cosa mi aspettavo, e l’ho trovato. Spiagge pulite e poco affollate, parchi naturali unici al mondo, città trasudanti storia da esplorare con gli occhi curiosi di un bambino. Piuttosto, la Croazia ha superato le attese per le mie due donne di casa. Non erano molto convinte della mia scelta, ma nel giro di qualche giorno si sono ricredute, specie quando hanno visto il mare cristallino delle coste Croate. Hanno già dichiarato di voler tornare. Loro, non io. Non perché non mi sia piaciuta, ma semplicemente perché vorrei vedere dell’altro. Chissà che tornino loro, così per me sarà la volta buona di quel famigerato viaggio da solo.

Croazia

Detto questo, è giunto il momento di parlarvi un po’ in generale di questa nuova mia avventura.

L’itinerario, gli alloggi e i costi.

Il nostro itinerario è stato questo:

2/9 Rijeka, 1 notte, appartamento, 50€

3/9 – 8/9 Zara, 5 notti, appartamento 418€

8/9 – 10/9 Laghi di Plitvice, 2 notti, appartamento, 135€

10/9 – 13/9 Zagabria, 3 notti, appartamento, 140€.

Nota a margine: per i Laghi di Plitvice originariamente avevo trovato, a fine luglio, due notti a 171€. Per Zagabria invece 200€ circa, sempre fine luglio. I periodi più o meno erano gli stessi in cui ho soggiornato. Fatevi due conti e vedete quanto ho risparmiato. Il motivo comunque c’è: se vai fuori stagione sicuramente trovi posto e quindi pur di vendere si abbassano i prezzi, se ci vai in alta stagione, si massimizza.

A Zara inoltre, abbiamo approfittato per visitare: il parco del Krka, Sibenik, Pago e le isole Kornati.

Cibo e prezzi in generale.

Dimenticate la frase “in Croazia costa molto meno che da noi” – quella ormai è una leggenda – e modificatela in “costa un po’ meno che da noi”. Giusto per fare qualche esempio, la benzina è circa a 1.20€ al litro, il GPL addirittura è più caro, di qualche centesimo. Qui costa 0.65€-0.70€ al litro. Il caffè tra 0.80€-1.00€ ma con bicchierone di acqua annesso – non a Zagabria e Plitvice.

Abbiamo mangiato svariate volte fuori. Una sera un hamburger, un’altra una pizza, un’altra pesce. Resto della mia idea: il cibo italiano non lo batte niente e nessuno, per qualità. Il fatto che mi si dica “in Croazia si mangia il pesce buono” , può essere vero, ma mi sono trovato a mangiare al porto di Sibenik, un risotto di pesce dove il pesce era per lo più calamari e qualche gamberetto riempiti di aglio, e uno spaghetti con gli scampi che era un piatto di spaghetti alla panna e con gamberetti. Per i bambini un piatto di gnocchi. Ho speso 35€, incluse bevande e il caffè, in una location che posso definire benissimo da sogno. Non ho fatto scenate – non le amo -, ho pagato, ringraziato e ce ne siamo andati, consapevoli che se fossimo stati in una località di mare italiana, quei soldi non sarebbero bastati (ah, non vi addebitano il coperto). Questo per quanto riguarda la costa. Nell’entroterra invece ho mangiato carne. Tanta e buona, innaffiata da varie birre , tutte molto leggere. E a Zagabria pure lo street food.

Doveste mangiare a casa, come abbiamo fatto più di qualche volta, la spesa al supermercato costa decisamente meno, da noi quello che prendete con 50€ qui lo prendete con 30€.

In generale insomma, quasi tutto costa meno, diciamo che se siete in 4, pagherete da 10€ a 30€ meno a seconda di che cosa prendete. Ma non pensate di trovare i prezzi stracciati di una volta. La Croazia si è ormai sviluppata e si è aperta al turismo. Le infrastrutture sono molto buone – strade, autostrade, trasporti e alloggi – e i prezzi ancora abbordabili per tutti. Ma non so quanto durerà ancora.

Acqua azzurra, acqua chiara.

La costa Croata si presenta per lo più come rocciosa e frastagliata. Spesso gli accessi alle spiagge sono difficili. Possono essere isolate, alla fine di lunghe strade in discesa. In particolare, qui di sabbia ce n’è pochissima. Ne consegue che l’acqua è talmente limpida e pulita che il fondale si vede anche a svariati metri. Nel mio Veneto un mare del genere ce lo sognamo e l’acqua croata può tranquillamente fare invidia a quella dei Caraibi. Non a caso in molti dal Friuli e dal Veneto vengono qui in vacanza. In molti hanno una barca di proprietà, ormeggiata in una delle tante baie. Altri vengono qui direttamente dall’Italia semplicemente per la qualità del mare. E li capisco perfettamente.

Meraviglie naturali.

Se siete amanti della natura la Croazia fa per voi. Al di là delle spiagge – ve ne parlerò in un post a parte – due luoghi su tutti sono imperdibili: i laghi di Plitvice e il parco del Krka. I costi paragonati alla bellezza di questi due luoghi sono irrisori. Ma sono bellezze naturali che comunque non hanno prezzo. Se doveste un giorno decidere di venire a vedere uno dei due o entrambi, e decidiate di venire solo ed esclusivamente per questi due parchi tralasciando tutto il resto, sappiate che non è follia, è solo sana pazzia che verrà ben ripagata. A Plitvice ho anche avuto modo di vedere il cielo più bello della mia vita – finora.

Le città.

Le città che abbiamo visto lungo il nostro itinerario hanno molto di storico. Tutte hanno subito influenze veneziane – quelle sul mare – o Asburgiche – Zagabria. Prendetevi una giornata a per ogni città e perdetevi tra le loro vie, cercando angoli nascosti o scorci unici. Non ve ne pentirete.

Croazia

Purtroppo il nostro viaggio si è concluso un po’ repentinamente: dovevamo stare almeno fino al 13, e poi estendere di una o due notti. Per motivi burocratici in Italia siamo dovuti rientrare e non siamo potuti fermarci alle Grotte di Postumia. Peccato, ma sarà l’occasione per tornare in Slovenia in poco tempo.

Rimanete sintonizzati per i prossimi post sul mio viaggio in Croazia.

Nel frattempo vi ricordo sempre i miei account IG, FB e TW e se vi va di seguirmi.

A presto

Annunci

3 commenti

  1. Della Croazia ci ispira un po’ tutto e seguendo il tuo viaggio Luca ce ne siamo convinti ancora di più! Posti meravigliosi, foto altrettanto spettacolari e itinerario top: complimenti davvero!
    L’idea nostra è quella di un on the road di un paio di settimane, tra i parchi di Plitvice e Krka e la costa fino all’estremità meridionale.
    La cosa bella è che avevo organizzato un itinerario simile per i miei genitori che, in questo caso, si sono rivelati dei veri pionieri visto che in moto si sono spinti in Croazia circa 15 anni fa! 🙂
    Ne erano tornati entusiasti, soprattutto della gentilezza delle persone che avevano conosciuto e dei prezzi veramente abbordabili. Ora si sono un po’ alzati, ma l’indole gentile della gente, quella non cambia, vero? 😉
    Un saluto e a presto!

    1. Ciao Ale. Sono contento che il mio itinerario vi sia piaciuto. Prossimamente inizierò a scendere nei dettagli così magari per l’estate prossima vi sarete già fatti un’idea. Ti dico già che Krka e plitvice sono scelte azzeccattissime. In 2 giorni li visiti entrambi.
      I prezzi non sono più quelli stracciati di una volta, ma comunque sono più bassi che da noi. Gentilezza credo sia rimasta invariata, comunque sono persone che rimangono comunque disponibili.

      Devo ammettere che 15 anni fa fare un on the road in Croazia, quando il paese si stava aprendo al turismo, è stata una bella scommessa da parte loro ma anche una bella avventura. Bravi!
      Grazie del commento Ale, ci vediamo in TTG! 🙂

      1. Ciao Luca, come ti dicevo il Parco dei Laghi di Plitvice sicuramente lo faremo e poi, dopo aver letto il tuo racconto dettagliato su Krka e Sibenik, non possiamo che inserire anche questi due luoghi nel nostro on the road. Sta diventando parecchio interessante la faccenda!!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.