Europa Italia Verona

Verona, itinerario a piedi nella città degli innamorati.

Situata a pochi chilometri dal lago di Garda e tra i colli veronesi che ne fanno da cornice, Verona è una delle città più storiche e più belle non solo del Veneto ma anche dell’ Italia intera.

Attraversata dal fiume Adige e considerata patrimonio dell’UNESCO, è una città ideale per passarci una giornata oppure un weekend, se volete prendervela con più calma.

Oltre ad essere bella di suo, Verona deve la sua fama a una delle più famose storie d’amore finite in tragedia, quella tra Romeo e Giulietta, che fa sfondo alla città veneta. I due sono figli di famiglie che si osteggiano da generazioni ma si innamorano ad un ballo e si sposano in segreto. Dopo varie peripezie, Giulietta, per evitare un matrimonio combinato, cade in uno stato di morte apparente usando una pozione. Romeo, rientrato dall’esilio e credendo morta la sua amata, si suicida. Al suo risveglio, Giulietta trova il suo amato ormai defunto e decide di farla finita pugnalandosi. Le loro morti porteranno alla pace tra le due famiglie ostili.

Verona

Se decidete di visitare il capoluogo veronese, ci sono dei luoghi strettamente collegati alla loro storia d’amore che non potete perdere.

Itinerario a piedi.

Il modo migliore per visitare Verona è muoversi a piedi. La parte del centro, quella che parte dall’Arena e arriva fino a piazza delle Erbe, è pedonale quindi non potete fare diversamente. Vi consiglio perciò alcuni punti interessanti da vedere.

Il nostro tour a piedi, durato praticamente una giornata intera, inizia una domenica pomeriggio di fine gennaio e termina il lunedì successivo nel primo pomeriggio. Ci troviamo a pochi passi dal centro col nostro appartamento, quindi iniziamo il no

Ponte scaligero e Castelvecchio.

Il Ponte scaligero (1), conosciuto anche come ponte di Castelvecchio, è un ponte di pietra che attraversa l’Adige e ha il suo inizio proprio da Castelvecchio. Il ponte ha vari merli, attraverso i quali è possibile ammirare il fiume. A metà del ponte, potete salire dei gradini e arrivare ad un’altezza di circa tre metri ed ammirare l’Adige da un punto sopraelevato. Se siete fortunati, avrete l’occasione di osservare tramonti come questi.

Se avete tempo, visitate anche il Museo civico (2) che si trova all’interno di Castelvecchio, che una volta era conosciuto come Castello di San Martino in Acquaro.

Piazza Bra e l’Arena.

Simbolo di Verona e secondo anfiteatro romano più conosciuto al mondo dopo il Colosseo di Roma. L’arena (4) si trova qui, a Piazza Bra (3). Utilizzata in passato per lotte tra gladiatori, lotte giudiziarie – combattimenti tra lottatori per decidere cause processuali – residenza obbligatoria per prostitute, successivamente fu utilizzata come sede per le giostre medievali e la caccia ai tori – quest’ultima da Napoleone. Oggi viene usato per rappresentazioni di opere e concerti di cantanti famosi.

Una passeggiata per via Mazzini.

Forse la via più chic (5) della città. Di sicuro è la via dello shopping, dove ci potete trovare tutte le firme più importanti per quel che riguarda l’abbigliamento e alcuni negozi tipo profumerie o negozi per bambini come il Disney Store. La domenica pomeriggio è decisamente trafficata. Ha ha però alcuni angoli decisamente interessanti da vedere. Oltre ai negozi ci trovate qualche ristorante dove potete mangiare bene, anche se i prezzi non sono proprio economici.

La casa di Giulietta.

Arrivati alla fine di via Mazzini, girate a destra, entrando in Via Cappello. Proseguite per cinquanta metri e sulla sinistra, al numero 23, troverete l’ingresso alla casa di Giulietta (6). La casa comunque viene ben indicata dai cartelli. Accedete tramite un portico ad un cortile. Il portico è caratterizzato da migliaia di scritte sulle pareti, dichiarazioni d’amore sui muri in vari colori, dove giovani innamorati si sono immancabilmente promessi amore eterno. Il porticato vi conduce al cortile dove il balcone di Giulietta. Secondo la tradizione, Giulietta si affacciava qui per vedersi con Romeo – mi spiace contraddirvi, ma la vera casa di Giulietta si trova in periferia. Se volete potete anche salire sul balcone, costo del biglietto è 6€ persona. Ai piedi del balcone, la statua di Giulietta. Secondo la tradizione, toccarne il seno destro porterebbe fortuna in amore – per questo quello destro è il più lucido dei due seni. Chi lo tocca immancabilmente si scatta poi una foto con la statua. Infine, alla sinistra del porticato, una porta piena di lucchetti, dove giovani innamorati hanno lasciato il segno del loro passaggio con la speranza che i lucchetti possano racchiudere il loro amore per sempre.

 

Piazza delle Erbe.

Forse la piazza più antica di tutta Verona. A piazza delle Erbe dal lunedì al sabato, e qualche domenica, si tiene il mercato cittadino. Vi consiglio un breve giro tra le bancarelle. Qui si trova anche la Torre dei Lamberti, una torre di 84 metri dove potete salire e vedere la città – 8€ adulti, 5€ i bambini ed avere una panoramica a 360° della città.

Guardando la torre, alla sua sinistra, c’è una strada che vi conduce e Piazza dei Signori (7) e noterete un oggetto a forma di “C” sospeso a mezz’aria sotto l’arco della Costa. Quella cosa appesa si ritiene sia una costola di balena, e credo sia una cosa unica nel suo genere da trovare. Non è chiara la sua funzione e il motivo per cui sia stata messa lì, molti ritengono che la polvere di ossa di balena abbia funzioni curative. Di certo ci sono due cose: è stata appesa all’inizio del ‘700 e la tradizione dice che al passaggio sotto di essa di un puro di cuore, questa cadrà. Sono passati trecento anni, la costola è ancora là.

A lato della costola di balena, si trovano le Case Mazzanti, considerate tra gli edifici più antichi della città. Le case originariamente di proprietà della famiglia più importante di Verona, gli Scala, vendute poi appunto ai Mazzanti. Si trovano sul lato nord della piazza e sono famose per gli affreschi che le adornano, affreschi dipinti da Alberto Cavalli.

Verona

Piazza dei Signori e Arche Scaligere

Conosciuta anche come Piazza Dante (8),  in passato assumeva funzioni politiche e di rappresentanza. Oltre a vari palazzi che vi si affacciano, nel centro della piazza risiede un Monumento al Sommo Poeta Dante Alighieri. Proseguendo oltre, si arriva al museo delle Arche Scaligere (9), il cimitero della famiglia Scala. Sono delle sculture monumentali e scenografiche che noi ammiriamo da fuori. Ah, dimenticavo qui vicino si trova pure la casa di Romeo.

Una vista dal Ponte di Pietra

Ultima tappa del nostro tour è stato il ponte di Pietra (12), passando prima dalla Chiesa di Santa Anastasia(10) e dal Duomo (11). Il ponte, lungo circa 90 metri, esce dalla parte di storica di Verona attraversando l’Adige. Potete godere di una bellissima vista sulla collina sulla cui sommità si trova Castel San Pietro, mentre se tornate a guardare Verona, potete vedere le case che si affacciano sull’Adige, nebbia permettendo.

Il tempo di percorrenza di tutto questo itinerario per noi è stato circa quattro ore, fatto con calma, suddiviso tra domenica pomeriggio e lunedi mattina.

Verona

Dove dormire

Non eravamo molto sicuri di volerci andare, più che altro per il tempo, nebbioso e umido. Ma alla fine, quando abbiamo visto che a metà mattinata è spuntato il sole, non abbiamo più avuto dubbi. L’hotel l’ho trovato su booking.com . Avevo visto l’Hotel Milano, centrale e molto carino. Poi dato che eravamo in quattro ci hanno suggerito di andare all’ Aparthotel Verona House, poco distante dal centro, sempre della stessa proprietà e più adatto alle famiglie con bambini. Appartamento molto carino, pulito ed economico. Colazione non inclusa ma a pochi passi c’è un pasticceria che sforna karpfen caldi.

Dove mangiare

La sera del nostro arrivo abbiamo mangiato alla pizzeria Mazzini 27, pizza buona e croccante. Il giorno abbiamo trovato per caso l’ Osteria al Carroarmato, poco lontano dalla casa di Romeo. Più che la qualità del cibo, ci ha colpito il tipo di locale, molto tipico e rustico, con tavoli lunghi con le panche. Mi ricordava molto la taverna dei miei nonni. Il primo è stato decente, meglio gli antipasti. Comunque ve lo consiglio per l’atmosfera.

Link Utili:

Museo di Castelvecchio

Arena di Verona

Casa di Giulietta

Torre dei Lamberti

Se ti è piaciuto questo post ti chiedo di condividerlo sui social e un like alla mia pagina FB: https://www.facebook.com/CapturingTheWorldBlog/

 

Annunci

2 commenti

  1. Che foto meravigliose!! 😍
    Non sapevamo che anche Verona avesse una costola di balena… E forse voi non sapete che un’altra si trova all’esterno del Duomo di Modena! Dovete venire a trovarci: vi aspettiamo! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.