C’ho provato con un post su Parigi , ora ci riprovo con uno sulla Florida. E’ difficile riassumere uno stato di quelle dimensioni e un viaggio di tredici giorni in 10 scatti, ma forse si può fare. I chilometri percorsi sono stati 2500 circa, il divertimento tanto, le cose viste troppe. Andiamo a scoprire le più significative.

  1. Everglades. 

Mi sembrava doveroso partire con loro. Quest’immensa palude che non è solo una semplice palude, ma una vera e propria riserva di fauna selvaggia, ha saputo stupirci. E non ce lo saremmo mai aspettati. Al di là degli alligatori, degli uccelli, degli orsi bruni e delle pantere – che non abbiamo visto – in mezzo a tutto questo ho deciso di metterci lui: l’ufficio postale di Ochopee, l’ufficio per l’invio delle lettere e delle cartoline più piccolo d’America

IMG_8615 (FILEminimizer)
L’ufficio postale di Ochopee, alle Everglades

2. La costa Ovest.

Sconosciuta ai più, a Naples trovate un clima bellissimo, non solo dal punto di vista atmosferico. Ma la località che più mi è piaciuta è stata Madeira Beach, località dal nome vagamente portoghese, che si caratterizza per avere il suo centro costruito su delle palafitte in legno, affacciate sul mare, dove si trovano ristoranti e bar.

IMG_8709 (FILEminimizer)
Madeira Beach

3. Lago Eola.

Un’oasi di pace e natura a pochi passi dal Downtown di Orlando. Oltre a farvi un bel giretto del lago, potete entrare a stretto contatto con gli animali, quali anatre, cigni e dei bellissimi scoiattoli, i quali si avvicinano a pochi passi da voi, senza farsi toccare. Ideale per una bella passeggiata ma anche per poter perdere qualche chilo facendo jogging lungo il lago.

IMG_8798
Un cigno sulle rive del Lago Eola

 

4. Space Kennedy Center.

I soldi più spesi bene di tutto viaggio. La storia della Nasa si riassume qui, con la ricostruzione delle più importanti invenzioni che hanno portato gli americani alla conquista dello spazio. L’unica cosa non ricostruita è Atlantis, lo space shuttle che ha percorso 126 milioni di miglia in 33 missioni. Oltre a questo, potrete fare un giro in un simulatore di volo che vi farà provare l’ebbrezza di un decollo con lo Shuttle

IMG_8905
Atlantis

5. Tramonto alle Isole Key.

Un luogo dove i tabù non esistono. Qui esiste una certa libertà, sia sessuale che anche dal punto di vista dell’uso di alcune sostanze. La strada principale, la Duval Street, pullula di bar e ristoranti, molti dei quali con musica Live. E all’ora del tramonto, la gente si riversa in Mallory Square per il saluto al giorno, dove vengono scattate foto ricordo di un tramonto sul mare unico nel suo genere. E quando il sole scende, inizia una nuova vita a Key West, quella notturna.

IMG_9015
Tramonto a Key west (fatta col cellulare)

6. Una partita NBA.

Se pensate che sia solo una partita, vi sbagliate di grosso. Rigorosamente fissate per l’orario di cena, in modo che possiate mangiare dentro al palazzetto, assisterete ad un vero e proprio show. Presentazione dei Miami Heat con fuoco e fiamme, musica ad ogni time out, telecamere costantemente puntate sul pubblico nei momenti di pausa, pubblico che incita la squadra di casa fino alla fine anche se sta perdendo. Tre ore di spettacolo vi voleranno via!

IMG_9235
Una schiacciata durante Miami Heat – Milwaukee Bucks

7. Una passeggiata per Ocean Drive.

Di giorno non vi dirà nulla, ma di notte Ocean Drive si sveglia sfoderando i colori migliori con le sue luci colorate. La vita più modaiola di Miami esce al calar del sole, dopo la cena, e si riversa nei locali e nelle zone limitrofe. Vedrete di tutto, e quando dico tutto, aspettatevi proprio di tutto. Troverete alle ragazze ai ragazzi disponibili a tutto ai figli di papà che viaggiano in decappottabili seduti sul poggiatesta con musica sparata. Non manca l’alcool, che scorre a fiumi dentro a bicchieri grandi come secchi!

IMG_9187

 

8. La spiaggia di South Beach.

Gennaio non è proprio il periodo adatto per fare il bagno, ma se vi metterete al riparo dal vento e non ci sono nuvole, riuscirete anche ad abbronzarvi. La spiaggia è molto ampia, e se immaginate le torrette alla Bay watch, beh vi posso dire che queste sono molto più belle e molto più colorate.

IMG_9137
Torretta a South Beach

9. Disney Downtown.

Conosciuto anche come Disney Spring, è l’alternativa economica ai costosissimi parchi tematici di Orlando. Non è un parco, ma una cittadina costruita sulle sponde del lago Buena Vista che vi permetterà di passare una bellissima giornata, passando dal mondo Disney a quello dei Lego, visitando negozi di ogni genere, come quello di Natale, dove qui dentro  Natale tutto l’anno.

IMG_8825
Disney Downtown

10. Il cibo.

Scordate la pasta, la pizza, il caffè e tutto quello che ha a che fare con l’Italia, ci provano a imitarci ma lo fanno malissimo. Piuttosto sappiate che qua, le patatine fritte sono servite ovunque e con ogni piatto, e preparatevi a panini esagerati ripieni di salsette varie. I costi non sono poi più alti che i nostri, con il cambio euro dollaro forse siamo in pari se non leggermente sopra, ma le quantità sono spropositate. Questo fa capire perchè buona parte degli americani siano : si mangia male e si mangia troppo durante i pasti. Il piatto più buono? Un piatto di Nachos piccantissimi, mangiati a Madeira Beach. Ovviamente il piatto trasbordava e io ho fatto fatica a finirli, ma ne è valsa la pena

IMG_8720 (FILEminimizer)
I nachos di Madeira Beach