Terminata la visita alle everglades e dopo essere arrivati a Naples in serata, ci concediamo un giusto riposo in un Hotel poco distante dal centro, dove possiamo mangiare qualcosa in un ristorante che di italiano ha solo il nome.  Purtroppo nel ristorante, che si trova proprio di fronte a dove alloggiamo, si pubblicizza il vero cibo di italiano, ma come detto, di italiano c’è ben poco. Il cibo, anche se non di casa, non è così male, quindi ci accontentiamo.

IMG_8636 (FILEminimizer) IMG_8643 (FILEminimizer)

Il giorno dopo, si va a visitare la città di Naples, prima città della costa occidentale della Florida che visiteremo. La costa ovest di questo Stato del sud degli Stati Uniti, è poco conosciuta e poco battuta, la maggior parte dei turisti si dirige per lo più a Miami e nella costa est, dove si può trovare divertimento e vita più alla moda. A ovest, comunque, devo dire che la spiaggia è molto più bella. Il mare, che è quello del Golfo del Messico, è di un azzurro cristallino e la sabbia è più bianca e più fine rispetto alla sorella che si trova sulla sponda atlantica.

IMG_8646 (FILEminimizer)

A Naples, percorriamo una lunghissima via centrale che ci porterà, tra negozi e bar, fino all’ingresso alla spiaggia. Ci accorgiamo che più ci avviciniamo al mare, più le ville diventano lussuose e belle da ammirare. Mentre stiamo per accedere alla spiaggia tramite un ponticello di legno sotto gli alberi, un giardiniere ci sorride e ci saluta. In spiaggia, la gente cammina in riva al mare nonostante la temperatura di 15 gradi. Dopo le immancabili foto di rito, decidiamo di ritornare verso il centro. Appena scesi dal ponticello di legno lo stesso giardiniere di prima ci saluta nuovamente. Forse ha voglia di prendersi una pausa dal lavoro e inizia a parlarci, chiedendoci dove siamo. “Italiani” gli dico. “Really?!” chiede stupito. Mi dice che ne vengono pochi, a Naples. Allora gli chiedo chi venga da queste parti, visto il tenore di vita della gente. “Avvocati, medici, imprenditori. Vengono qui e non vanno a Miami perchè la vita è più tranquilla, il mare più bello e il clima è il più caldo degli States, in inverno. Se volete vedere altre ville, andate verso Marco Island, più a sud”. Il tempo non ci consente di andare fin laggiù, è oltre un’ora di strada, ma per quel che riguarda il clima, è vero. Essendo distante dai venti oceanici e affacciata su un mare chiuso, il clima è molto favorevole, per questa cittadina. Una volta presa la macchina, decidiamo comunque di dirigersi per un po’ verso Marco Island e quello che vedremo sono villa alla Beverly Hills, case fatiscenti a due piani e con giardini immensi, tutte rigorosamente senza alcuna recinzione.

IMG_8657 (FILEminimizer)

Terminata la visita alle ville, ci dirigiamo verso nord, e per la precisione a Sarasota. Anche questa è una città di villeggiatura, ma qui le ville sono più sporadiche, la città piuttosto si sviluppa in verticale. Ma a Sarasota ci dirigiamo per un unico motivo: al di là che abbiamo fame, il ristorante che voglio l’ho visto alla TV, dove il protagonista Adam Richman, conduttore di “Man Vs Food”, si reca al Munchies 420 Cafe, dove sfiderà il cibo con 5 alette di pollo superpiccanti. Purtroppo il ristorante è chiuso, aprirà alle 4.20 del pomeriggio, quindi ripieghiamo sull’Old Salty Dog, una taverna in riva al mare che sforna panini giganti. E per i più piccoli, il cibo viene servito su di un fresbee che vi potete tranquillamente portare a casa.

IMG_8661 (FILEminimizer)  IMG_8660 (FILEminimizer)

Nonostante Naples sia molto più bella di Sarasota, devo dire che Richman ha fatto un lavoro egregio, dando popolarità a tre locali che la gente non esita a visitare.

IMG_8667 (FILEminimizer)

Dopo il pranzo ripartiamo alla volta di St Petersburg, luogo dove alloggeremo per la notte. Il posto che andremo a visitare il giorno successivo sarà Madeira Beach, una vera e propria chicca di località, che si trova proprio su una lingua di terra che va da sud di St Petersburg fino a Clearwater.

 IMG_8709 (FILEminimizer) IMG_8735 (FILEminimizer)

Oltre alla spiaggia, anche questa finissima e bianca su di un mare cristallino, il suo centro si sviluppa su delle palafitte di legno dove sono sorti locale di ogni genere, come negozi, bar e taverne. Sembra un antico villaggio di pescatori, con le barche pronte a salpare per il Golfo del Messico. Oltre ai turisti, ci sono egli spettatori un po particolari: dei pellicani, che attendono voraci gli avanzi del pesce. In uno di questi ristoranti, mangerò i Nachos più buoni della mia vita!

IMG_8720 (FILEminimizer)

Terminata la visita a Madeira Beach, ci resta da visitare ancora il centro di St Petersburg, sinceramente nulla di che, e poi ci dirigiamo a vedere Tampa Downtown, molto carino col suo riverwalk e il suo piccolo skyline. 

IMG_8749 (FILEminimizer) IMG_8744 (FILEminimizer)IMG_8683 (FILEminimizer)

Facciamo toccata e fuga, è il momento di ripartire per Orlando, dove andremo a visitare qualcosa di diverso dai classici parchi divertimenti.