Il 28 settembre 2015 è nato il nostro secondo figlio Riccardo. Non abbiamo permesso alla tecnologia di rivelarci prima della nascita se fosse stato un maschietto o una femminuccia ma, come tutte le nascite, ci si interrogava sul fatto se fosse stato un lui o una lei. Per farla breve, io e Silvia dopo mesi di scambi di opinioni, eravamo arrivati a fare una scommessa. Premetto il fatto che non ci sarebbe chambiato nulla in merito al suo sesso: se fosse stato femminuccia avrebbe deciso lei la prossima meta -Mauritius-, se maschietto avrei deciso io – Arizona -.

imageRiccardo è arrivato un pomeriggio di settembre e alla vista del suo pistolino mi immaginavo già a cavallo di uno stallone ad ammirare il Grand Canyon. Col passare dei mesi, in Silvia un po’ montava la delusione della “sconfitta”, quindi decisi per un compromesso: un luogo caldo, dove sfruttare il mare e la spiaggia – come voleva lei-, negli USA -come volevo io – e che non ci avesse causato disagi in caso di necessità, come latte e pannoloni. Tutto questo ci ha fatto optare per Miami e la Florida.

L’itinerario

Partiremo da Venezia l’11 Gennaio, per arrivare a Miami via Vienna lo stesso giorno alle 15.20 ora locale. Passeremo la notte a Miami. Il giorno dopo ci attende un’auto che guideremo attraverso le Everglades, il 13 saremo a St. Petersburg, vicino a Tampa. Dal 14 al 16 Orlando, dove vedremo se andare in uno dei tanti parchi oppure scoprire la città. Dal 16 al 23 saremo a Miami beach, con i seguenti appuntamenti: 17 gennaio visita alle Isole Key, 19 gennaio, per me si avvera un sogno, prima volta in un’arena NBA per vedere Miami Heat vs Milwaukee Bucks.

image

L’itinerario è definito da un pezzo, cosa vedremo lo scopriremo là e grazie alla nostra guida.

Stay tuned and follow us!