Il punto più meridionale dell’isola è anche il punto più adatto per chi ama tutti gli sport che hanno a che fare col vento.

IMG_4141 (FILEminimizer)

Per arrivare a Capo Prasonisis, se arrivate da Rodi, percorrerete la strada che costeggia la parte orientale dell’isola. Si trova a circa cento chilometri a sud della capitale, circa un’ora e mezza di auto.

La costa che vi accompagna a sud piano piano abbandona le strutture fino a quasi farle scomparire, ma in compenso aumenterà l’intensità del blu del mare, che dall’azzurro passa al blu cobalto intenso.

IMG_4220

Poi la strada si accentra. Qui qualche cartello vi indica la via, destinazione Prasonisis. L’ultimo cartello sbiadito vi dice di girare a sinistra e di proseguire verso le montagne. Inizierete una salita e subito dopo una discesa. Il mare ancora non lo vedrete ma ci saranno alcune auto parcheggiate sulla destra, dove c’è uno spiazzo, a metà della discesa.  All’inizio avrete una vista simile.

IMG_4146

Parcheggiate e attraversate la strada per spostarvi sul lato sinistro.Il mare che vedrete all’inizio è solo la metà di quello che le montagne nascondono. Una volta attraversata la strada la vista che vi si presenta sarà questa:

IMG_4148IMG_4144

Eccolo Capo Prasonisis, la punta più estrema dell’isola, battuta costantemente dai venti i quali fanno si che questo sia il luogo più ambito dai windsurfisti e kitesurfer. Oltre ai venti qui ci trovate molti giovani amanti di questi sport che si librano nell’aria e sfrecciano sulle onde del mare. Il Capo ha una particolarità: durante l’inverno la lingua di sabbia sparisce grazie ai forti venti invernali e l’isola di Prasonisis si scollega da Rodi per poi ricollegarsi durante l’estate. Durante l’inverno, l’Egeo e il Mar Mediterraneo si ricollegano mescolando le loro acque per poi separarsi fino all’inverno successivo. Nel frattempo le loro acque si popolano dei mille colori dei Kite e dei Windsurf, uno show acrobatico tutto da ammirare dalle montagne ma meglio ancora dalla riva della spiaggia.

IMG_4154IMG_4197

Se scendete con l’auto alla fine della discesa potrete parcheggiare in un’enorme spiaggia che è stata adibita a parcheggio per le centinaia di auto che ogni giorno si recano qui da tutta l’isola. Purtroppo le strutture, in questa zona, sono molto scarse; c’è qualcosina come un bar e una struttura che ospita fino a un numero molto limitato di persone.

Parcheggiata la nostra auto, ci avviamo verso la spiaggia per ammirare da vicino le acrobazie. La sabbia ci sbatte sui polpacci come degli spilli appuntiti. Ma noi resistiamo e ci portiamo sul bordo del mare ad ammirare i Windsurf colorati che sfrecciano nell’aria e le acrobazie di chi va nei Kite. Ovviamente c’è chi è piu bravo e chi meno bravo, ma non c’è da preoccuparsi, ci sono anche degli istruttori che vi possono spiegare come migliorare le vostre abilità. E se non volete cimentarvi con questi sport, vi resta sempre la spiaggia e il mare. Buon divertimento!

IMG_4198IMG_4160