Di ritorno da un viaggio in Egitto, il nostro aereo fa rotta al di sopra delle Isole greche. Da bravo fifone del volo, affacciarmi al finestrino, oltre a farmi ammirare paesaggi a volte unici, mi da un senso di sicurezza ed è forse l’unico modo per non farmi innervosire. Il comandante proprio in quel momento ci annunciava che eravamo sopra le Isole della Grecia. Il panorama dall’alto mi colpi molto, quindi decisi che nel mio prossimo viaggio seremmo dovuti andare in Grecia a vedermi quelle isolette sparse nel blu del Mediterraneo. E così abbiamo fatto l’anno successivo. 

Meta prescelta è stata Kos, una delle isole più frequentate del Dodecaneso e di tutta la Grecia. Misura circa dodici chilometri di larghezza per cinquanta di lunghezza. Un’isoletta tutto sommato piccola, che decidiamo di percorrere in giornata affittando un’auto. La percorriamo dalla punta estrema di sud-ovest a nord-est fermandoci in quattro località prescelte e che meritano di essere viste.

Kardamena

Noi alloggiamo qui. Pullulante di pub, è frequentata prevalentemente da turisti d’oltre Manica e da tedeschi. Anche se i turisti sono tanti, Kardamena è comunque riuscita a conservare parte della sua atmosfera greca. Dovete addentrarvi tra i suoi vicoli e le sue strette vie  per trovare qualche signora vestita coi tipici abiti greci e col fazzoletto o il foulard in testa. Capita a volte che vi guardino un po’ male, ma sono disponibili a fare quattro chiacchiere.

DSCN5571

Quando avete terminato la vostra passeggiata, recatevi al porto. Se avete fame potete cenare in uno dei tanti ristoranti con terrazza che costeggiano la costa. Oppure potete uscire in barca a vela. Molte di queste offrono cene in mare al chiaro di luna oppure discoteca e musica.

Kefalos

DSCN5476

Con la nostra Athos ci dirigiamo da Kardamena verso la punta meridionale dell’isola, direzione Kefalos. Non che ci sia granchè da vedere in questa cittadina situata in cima ad un piccolo monte che si raggiunge tramite una ripidissima salita. Il ritmo delle ore viene scandito molto lentamente dal sole che batte incessantemente. Senza dubbio il posto più bello è Paradise Beach, una spiaggia che si trova poco prima di arrivare a Kefalos, dove con otto euro al giorno potete affittare sdraio e ombrelloni. L’acque è cristallina e potete affittare qualche canoa, pedalò o windsurf. Per dormire ci sono delle guest house dove si può dormire con trenta euro notte o anche meno. Il tutto accompagnato dalle immancabili taverne greche a prezzi decisamente modici.

DSCN5499

Kamari

Proseguendo oltre Kefalos si arriva a Kamari, dove si trova la baia con l’acqua più cristallina di tutta l’isola. Un posto bellissimo, dove si può fare il bagno assieme ai pesci e godere di una vista rilassante dalla terrazza del Capitano John, un ristorante di pesce unico perchè da qui potete scendere direttamente in acqua appena finito di mangiare.

Zia

Ecco il posto dove si vedono i tramonti più belli di tutta Kos.

DSCN5510

Incastonata tra le montagne, è composta da un’ unica via centrale piena di negozzietti, spa fish – negozi dotati di vasche piene di pesciolini che vi mangiano la pelle nei piedi, causando un gradevolissimo solletico – e i classici ristoranti e taverne con le immancabili terrazze. Ma qui le terrazze hanno uno scopo ben preciso: farvi ammirare i tramonti più belli di tutta l’isola. Uno spettacolo unico a prezzi modici.

DSCN5524

Per dare un’idea dei costi: affittare un’auto costa dai quarantacinque ai sessanta euro, assicurazione Kasko inclusa. Potete trovare anche a meno, ma attenzione alle condizioni. Per mangiare e bere a pranzo o cena, circa venti euro a persona bastano per riempirsi la pancia. Come già detto, a Paradise beach il costo di due lettini e un ombrellone si aggira sugli otto euro per tutto il giorno. Per gli amanti del caffè, una tazzina si aggira invece sui due euro, ma a dispetto di altri paesi dove il caffè è acqua o fa schifo, qui è decisamente buono. Stesso prezzo per un litro di benzina. Queste sono le uniche due cose che siamo riusciti a trovare a prezzi più elevati rispetto che in Italia. Per il resto costa quasi tutto decisamente meno che in Italia

Ah, dimenticavo…Kos Town. Merita di essere vista ma ve ne parlo nel prossimo post. 🙂